Altri 1.250 agenti di polizia in aeroporto e…

Il ministro per la Protezione dei cittadini Takis Theodorikakos ha fatto riferimento al rafforzamento del 50% delle forze di polizia ai cancelli d’ingresso del Paese e alle principali destinazioni turistiche, discutendo dell’avvio dei lavori dell’Assemblea Generale della Federazione Panellenica degli Albergatori.

Il sig. Theodorikakos ha sottolineato che, già altri 1.250 agenti di polizia sono stati indirizzati verso l’aeroporto, Promachonas e le principali destinazioni dell’isola per aumentare la sicurezza durante la stagione turistica.

Il ministro delle Finanze ha sottolineato che la strategia di miglioramento della sicurezza è stata osservata nella pratica con dati misurabili e ha fatto riferimento alla necessità della cooperazione di tutte le parti interessate per aumentare il turismo, perché il turismo è la punta di diamante dell’economia greca.

Punti salienti del discorso del Ministro della Protezione dei Cittadini all’Assemblea Generale della Federazione Panellenica degli Albergatori:

Rafforziamo del 50% le forze di polizia nelle principali destinazioni turistiche

Dopo aver lavorato a stretto contatto con il Ministero del Turismo, promettiamo che quest’anno agli ingressi e alle uscite del Paese e nelle principali destinazioni turistiche rafforzeremo più di quanto non abbiamo rafforzato la polizia del 50% l’anno scorso. È già fatto. Mentre si parla, 1.250 agenti di polizia, inoltre, sono stati diretti agli ingressi e alle uscite del Paese e alle mete turistiche.

A titolo esemplificativo, l’aeroporto di Atene è stato rafforzato con altri 153 agenti di polizia, l’aeroporto di Salonicco con 91, l’ingresso statale a Promachonas con 30 agenti di polizia, mentre sono stati diretti verso destinazioni principali come Mykonos, più 53 poliziotti, a Santorini 50 , a Chania 49, a Zante 42 e in altre destinazioni di viaggio, non leggere l’intero elenco.

Continuiamo a lavorare insieme e copriremo aeroporti e Promachona e ovunque ci venga richiesto con potenza aggiuntiva e lo stesso accadrà nelle destinazioni turistiche, perché vogliamo che i turisti abbiano l’immagine che stanno arrivando nelle destinazioni più sicure. , ma anche i nostri connazionali ci fanno sentire che abbiamo adottato tutte le misure appropriate per essere e sentirci al sicuro.

Credo fermamente nell’unione delle forze, nella nostra stretta e creativa collaborazione, siamo pronti a continuare su questa strada per realizzare una stagione contro le difficoltà del tempo, contro i nuovi ostacoli, contro la crisi energetica, contro la guerra, contro l’inflazione e credo che l’economia greca, attraverso il turismo, fornirà notizie ottimistiche al popolo greco del paese, in modo che possiamo andare avanti.

La competitività turistica della Grecia dipende dalla sicurezza

È chiaro che il nostro turismo è la punta di diamante dell’economia greca. Quest’anno, in questo momento molto difficile che stiamo attraversando, ci aspettiamo che il turismo riceva denaro nello Stato e fondi statali, ma anche in reddito d’impresa e nel sostegno al lavoro dei dipendenti, dopo due – due anni e mezzo sono molto difficile. E credo che sia una condizione necessaria per tutti noi al servizio del Paese, da qualunque posizione siamo chiamati a farlo, per lavorare con il settore privato e ottenere i migliori risultati.

Ritengo quindi che la competitività dei prodotti turistici, anche in un Paese bello come il nostro, sia strettamente correlata al settore della sicurezza. Nessuno va da qualche parte se ha paura, nessuno va da qualche parte se si sente insicuro. Da questo punto di vista, credo che l’area della sicurezza sia molto importante e decisiva e tutti dovremmo contribuire individuando i problemi e risolvendoli.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.