Apple, Microsoft, Google e Amazon acquistano oro illegale

In amore, in guerra e, a quanto pare, nello sviluppo tecnologico, tutto è permesso se sei abbastanza grande e forte. Come riportato ReutersAlcune delle aziende leader di oggi nel mondo tecnologico sono state identificate come i principali acquirenti di oro proveniente illegalmente dalla foresta pluviale amazzonica.

Sospetto ordinario

Il documento pubblicamente disponibile elenca quattro società, Amazon, Apple, Microsoft e Google, come società che hanno acquistato oro dall’azienda italiana Chimet per l’uso nei loro prodotti, principalmente su circuiti stampati in metallo. Tuttavia, secondo il dipartimento di giornalismo investigativo di Reporter Brasil, la polizia federale brasiliana ha accusato la società Chimet di aver acquistato oro per un valore di 385 milioni di dollari tra il 2015 e il 2021 da “CHM do Brasil”, che molto probabilmente possedeva il metallo prezioso attraverso canali illegali. Naturalmente, CHM do Brasil ha negato il reclamo.

Dopodiché, inizia il puntamento del dito. In primo luogo, i funzionari di Chimet hanno affermato di aver interrotto tutta la cooperazione con “CHM do Brasil” nell’ottobre dello scorso anno dopo che sono emerse le prime accuse sui metodi dell’azienda per ottenere l’oro. Naturalmente, non abbiamo dubbi sul fatto che i quattro giganti della tecnologia sopra menzionati possano affermare di “non sapere nulla” e affermare di non sapere quale canale l’oro ha portato loro. Giudica tu stesso se è vero.

IT_gold_2.jpg

La potenziale pretesa è stata aiutata dalla società Chimet, i cui rappresentanti hanno affermato di non aver mai fatto affari direttamente con loro e che stavano vendendo il loro oro a una banca, di cui non hanno rivelato il nome, in modo che potesse essere ulteriormente distribuito. Tuttavia, questo non cambia il fatto che la polizia federale brasiliana ha scoperto un collegamento tra loro e la fonte dell’oro stesso.

L’oro è più costoso del denaro

L’estrazione illegale di oro ha visto un enorme aumento Brasile da quando Jair Bolsonaro è diventato presidente nel 2019. Uno dei suoi obiettivi è stato quello di approvare l’estrazione dell’oro in un’area ristretta, che è sicuramente l’Amazzonia. Non ha ancora funzionato e oggi l’estrazione dell’oro illegale e non regolamentata non solo sta distruggendo parti della foresta pluviale, ma inquina anche fiumi e mondi fluviali a causa del rilascio di grandi quantità di mercurio che viene utilizzato nel processo di lisciviazione dell’oro. Infine, i minatori hanno rimosso con la forza gli indigeni dall’area mineraria. Ma è un piccolo prezzo da pagare per l’ultimo telefono che hai in tasca…

Fonte: Reuters’

Duilio Romani

"Secchione di bacon. Lettore generico. Appassionato di web. Introverso. Professionista freelance. Pensatore certificato."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.