Brexit: come previsto, è un problema per i musicisti britannici in tour

Quella La band britannica White Lies ha rivelato di essere stato costretto a cancellare concerto in Parigi all’ultimo minuto, perché l’attrezzatura è stata tenuta a causa della burocrazia Brexit.

I White Lies, che hanno pubblicato il loro nuovo album “As I Try Not to Fall Apart” a febbraio, hanno spiegato l’impasse in un post su Twitter il 7 aprile.

“Ai nostri amati fan qui a Parigi”, ha detto nel post la band post-punk fondata a Londra. “Noi e il nostro staff tecnico siamo arrivati ​​sani e salvi stamattina per iniziare il nostro tour europeo. Ma la nostra attrezzatura è stata vincolata dalle leggi sulla Brexit a lasciare il Regno Unito, insieme a innumerevoli altri camion”.

“Siamo molto tristi di annunciare che senza la nostra attrezzatura non avremmo tenuto il concerto e che doveva essere cancellato e riprogrammato. “È straziante essere qui in questa bellissima città e non poter tenere un concerto a causa di un tale cosa da poco.”

La band ha chiarito che annuncerà più tardi una nuova data per il concerto a Parigi.

Ai parlamentari del Regno Unito è stato detto che i musicisti dovranno lasciare i tour per la burocrazia della Brexit all’inizio di dicembre 2020, insieme ai problemi causati dalla mancanza di accordi per il visto per gli artisti in tournée nell’UE.

Una band di sei membri, che sta già lottando per evitare di perdere le entrate del tour, sta anche affrontando 1.800 spese di visto per viaggiare in tre paesi, ha detto il manager musicale a The Independent.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.