Calcio italiano: Giorgio Chiellini propone una formula per evitare il ‘giorno del giudizio’ del calcio italiano | CALCIO-INTERNAZIONALE

difensore Giorgio Chiellini assicurato questo venerdì che “Il calcio italiano ha bisogno di essere ringiovanito” perché la sua mentalità lo è “troppo conservatore”e ciò che è necessario “Apriti al cambiamento o sarà tutto finito”. Il difensore centrale dell’Italia Juventus crede che un cambio di regole sia necessario per il proseguimento di una bella partita, ma in questo mondo le novità si vedono come “minaccia”.

Il calcio italiano ha bisogno di essere ringiovanito, la mentalità è troppo conservatrice. Stadi, eventi per tutta la famiglia, format di campionato: bisogna essere aperti al cambiamento o è tutto finito”ha detto il giocatore della Juventus in un’intervista a ‘La Stampa’.

“Dobbiamo cambiare le regole e soprattutto la mentalità. Anche le migliori proposte innovative faticano ad essere approvate, c’è un eccessivo conservatorismo. Nel calcio le notizie sono viste come una minaccia più che come un’opportunità, ma in questo modo si rischia di rovinare il giocattolo”. Ha aggiunto.

Chiellini scommette su una riforma delle regole che prevede diversi ‘play-off’ per vincere lo scudetto: “Penso che in un formato da campionato, debbano essere rivisti. I “play-off” forniranno incertezza e tensione. Saranno eventi straordinari capaci di coinvolgere milioni di persone”.

Il capitano del Torino ha anche fatto un esempio di stadi italiani che, a suo dire, necessitavano di lavori di ristrutturazione: “Prendiamo gli stadi: tutti sanno che hanno bisogno di riformarsi, serve una struttura che offra eventi e attiri le famiglie per coinvolgere i ragazzi e avvicinarli al nostro mondo. Ma è impossibile costruirlo, con poche eccezioni. C’è sempre un problema burocratico o qualcuno che si mette in mezzo”.

Sulla decisione di escludere gli atleti russi e la selezione dalla competizione, il campione europeo 2020 è schietto: “Sì certo. La federazione che non lo fa ha torto”. “La politica dovrebbe essere il più lontano possibile dallo sport. Ma questa volta siamo più lontani, la guerra è un’altra cosa. Mi dispiace per gli atleti, ma la Russia deve essere picchiato in ogni modo possibile, tranne che usando armi come ha fatto Putin”.Ha aggiunto.

Il capitano della squadra ‘Azzurra’ non ha ancora svelato il suo futuro, nonostante tutto indichi che lascerà l’Italia e si dirigerà verso la MLS America. Tuttavia, una volta terminata la sua carriera sportiva, Chiellini non ha mai nascosto di sentirsi più attratto dall’ufficio che dalla panchina.

“Mentre sei un calciatore, ti concentri solo su quello. E fino ad oggi nella mia testa sono sempre stato un calciatore al 100%, quando fai questo lavoro non può che essere così. In futuro mi piacerebbe avere un percorso manageriale, dove poter sfruttare il patrimonio di esperienza maturato negli anni e metterlo a disposizione in nuovi contesti”.ha ripetuto.

accettare la nostra newsletter: Ti invieremo i migliori contenuti sportivi, come fa sempre Depor.

POTREBBE INTERESSARTI

VIDEO CONSIGLIATI

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.