Carapaz sale al quarto posto assoluto al Giro d’Italia

Richard Carapaz (al centro) all’ingresso del traguardo della 9a tappa del Giro d’Italia, il 15 maggio 2022. Foto: @giroditalia

Richard Carapaz ha fatto una clamorosa tappa 9 al Giro d’Italia e questo lo ha portato al quarto posto in classifica generale, questo 15 maggio 2022. Il vincitore della dura giornata in montagna è Jay Hindley, di BORA-hansgrohe.

In questa giornata Carapaz è arrivato terzo, con lo stesso tempo del vincitore, dopo aver percorso una distanza di 191 km. Il secondo posto è andato a Romain Bardet.

In generale, Juan Pedro Lopez è rimasto il leader e ‘Richie’ è salito al quarto posto. Gli Ineos Grenadiers dell’Ecuador erano a soli 15 secondi dall’uomo che indossava la “maglia rosa”. Prima di oggi, Carapaz era nell’area 12 a 2:06 minuti da López.

La classificazione generale è arresto cardiaco. López è il leader con 37:52:01 ore. Joao Almeida è dietro di 12 secondi, Romain Bardet 14 e Carapaz 15.

Mikel Landa, uno degli altri favoriti per la vittoria finale, era settimo, a 29 secondi dal leader.

Lunedì 16 maggio 2022 i ciclisti riposeranno. Il Giro d’Italia durerà fino al 29 maggio.

I conti correnti rafforzano i favoriti

La ‘Locomotiva Carchi’ ha dimostrato questa domenica di essere la principale favorita per la vittoria del Giro d’Italia, che si concluderà a Verona il 29 maggio 2022. Nella disputa per la maglia rosa si sono però dimostrati anche altri ciclisti. Spiccano Joao Almeida, Romain Bardet e Mikel Landa.

In questa giornata il leader Pedro López ha mostrato una certa debolezza nel trattenere “Richie” sulle piste, che continuerà nei restanti giorni di montagna, soprattutto nella terza settimana di gara.

Tuttavia, Landa, Bardet e Almeida hanno dimostrato di essere forti e saranno i principali rivali di Carapaz.

Giornata dura in montagna

In questo giorno, l’ostacolo principale è la salita al Blockhaus. Sono stati gli ultimi 13 km di una salita difficile con riconoscimenti da montagna di prima classe.

Alle 10:17, a un km dalla fine, Richard Carapaz era ancora in testa alla corsa.

Alle 10:15, a 1,8 km dalla fine, sei ciclisti hanno preso il comando: Carapaz, Mikel Landa, Romain Bardet, Joao Almeida, Domenico Pozzovivo e Jai Hindley.

Alle 10:13, a 2,6 km dalla fine, sei ciclisti guidavano la gara, compreso Carapaz.

Alle 10:10, a 3,2 km dalla fine, Riccardo CarapazoMikel Landa e Romain Bardet sono rimasti davanti alla gara.

Alle 10:07, a 4 km dalla fine, Riccardo CarapazoMikel Landa e Romain Bardet avevano già preso un vantaggio di otto secondi per il gruppo arrivando da dietro.

Alle 10:06, a 5 km dalla fine, Riccardo Carapazo iniziare l’attacco. È stato seguito da Mikel Landa, Alejandro Valverde, Vincenzo Nibali e Romain Bardet.

Escursione al Giro

Alle 10:01, a 6 km dalla fine, rimangono 11 ciclisti nel gruppo dei favoriti. numero CarapazRichie Porte, Mikel Landa, Alejandro Valverde, Vincenzo Nibali, Domenico Pozzovivo, Romain Bardet, Joao Almeida e altri.

Alle 09:58, a 7 km dalla fine, il gruppo dei 14 favoriti è composto da Carapaz, Richie Porte, Mikel Landa, Alejandro Valverde, Vincenzo NibaliRomain Bardet, Joao Almeida, tra gli altri.

Alle 09:55, a 8 km dalla fine, Ineos aveva Richie Porte e Richard Carapaz tra i favoriti. In questo momento lo spagnolo Juan Pedro López, leader della classifica generale, ha cominciato ad avere problemi a tenere il passo in salita.

Alle 09:50, a 9 km dalla fine, Juan Pedro López, leader della classifica generale, era ancora nel gruppo. Il gruppo comprendeva anche Carapaz, Mikel Landa, Romain Bardet e altri.

Alle 09:47, a 10 km dalla fine, Carapaz è rimasto saldamente nel gruppo da cui alcuni dei favoriti avevano iniziato a rimanere indietro, come Simon Philip Yates, Tom Dumoulin e altri.

Alle 09:42 alcuni dei favoriti hanno iniziato a tenere duro, a 12,5 km dalla fine. Tra questi ritardi rispetto al plotone di Tom Dumoulin.

Alle 09:40, a 13 km dalla fine, inizia la parte più dura della tappa. Jhonatan Narvaéz guida il plotone in cui si trova Richard Carapaz.

ecuadoriano

Quattro giocatori ecuadoriani si sono distinti ancora una volta nella nona tappa del Giro.

Riccardo Carapazodi Ineos, era in 4a casella a 15 secondi dal leader.

Jonathan Caicedo (EF Education-EasyPost) è stato il 45° posto assoluto, con 36,05 minuti.

Jonathan Narvaezdi Ineos Grenadiers, era nella 46a casella a 36:06 minuti.

alessandro cepeda, Drone Hopper – Androni Giocattoli, era a 102 a 1:27:22.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.