Crisi energetica – Italia: Limite a 25 gradi per la climatizzazione degli edifici pubblici

“Funzionamento del termostato”. Dal 1 maggio in Italia saranno attuate nuove misure che fissano limiti più severi alle temperature di condizionamento, con l’obiettivo di ridurre consumo di elettricità e gas naturale.A partire dal prossimo mese, alle scuole e ad altri edifici pubblici in Italia sarà vietato portare l’aria condizionata al di sotto dei 25 gradi Celsius. Le nuove regole per la climatizzazione entreranno in vigore il 1 maggio e rimarranno in vigore fino al 31 marzo 2023. Il riscaldamento negli edifici pubblici in inverno non potrà superare i 19 gradi Celsius.

Non è ancora chiaro come verrà attuato il provvedimento, ma gli ispettori del ministero del Lavoro possono farsi carico delle ispezioni, mentre chi non raggiungerà il limite sarà multato da 500 a 3mila euro. La mossa non riguarda l’ospedale.

Il ministro della Pubblica Amministrazione Renato Bruneta ha affermato che l’iniziativa è un segnale positivo per il risparmio di 2-4 miliardi di metri cubi di gas all’anno. Circa il 57% dei costi energetici degli edifici pubblici deriva dalla regolazione della temperatura. .

Le notizie di oggi:



Julian Assange: L’Australia non si opporrà all’estradizione del fondatore di WikiLeaks negli Stati Uniti



Operazione carne trita: la vera storia che ha fatto a pezzi i nazisti



“Ci saranno molti guai con questo film”: quando Danny Trejo dovrà ottenere l’approvazione della mafia messicana

Seguilo protothema.gr su Google News ed essere il primo a conoscere tutte le novità

Vedi tutte le ultime notizie dalla Grecia e dal mondo, come succede, su Protothema.gr

.cnt “,” bottoming “: true”,” offTop “:” .header “,” window “: 639}”>

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.