EM: L’Italia vince la staffetta mista davanti ai campioni in carica della Germania

Inghilterra: Van Aert conquista Alaphilippe

08.09.2021 | (rsn) – Nella sezione dei risultati, forniamo una breve panoramica dei più importanti risultati delle gare UCI nell’ambito del WorldTour in poche parole e subito dopo il traguardo.

Wout van Aert (Jumbo – Visma) ha vinto la 4a tappa del Tour of Britain nello sprint in collina. Ha preceduto di pochi centimetri il campione del mondo Julian Alaphilippe (Deceuninck – Fast Steps) e ha preso la maglia di leader da Ethan Hayter (Ineos Grenadiers).

Dopo tre chilometri, sei persone in testa al gruppo in maglia da montagna Jason Scott (Canyon – SunGod) si sono ritirate. A metà gara, Marc Soler (Movistar) e due aspiranti scalatori U23 Thomas Gloag e Ben Healy (entrambi Trinity Racing) hanno colmato la distanza dal campo alla corsa di Eidda’s Well (il primo gatto). Il gruppo ha reagito e ha inseguito il gruppo di testa con altri 40 chilometri.
Max Kanter (DSM), Mauro Schmid (Qhubeka – NextHash) e David Gonzalez (Caja Rural – RGA) si sono poi ritirati dal campo per alcuni chilometri, mentre sulla penultima collina ha attaccato anche Matteo Jorgensen (Movistar). L’americano è riuscito a mantenere il suo assolo fino a 2,5 chilometri prima del traguardo.

Nella parte più ripida della salita finale, sia Hayter che Van Aert hanno avuto problemi con il ritmo di Alaphilippe e Michaels Woods (Israel Start-Up Nation). Mentre i campioni belgi hanno raggiunto rapidamente, Hayter ha riguadagnato il comando solo a 300 yard dalla fine. In volata, però, il britannico ha perso ancora 8 secondi ed è stato così la maglia di leader.

EM: Staffetta Mista:
L’Italia festeggia la vittoria casalinga nella staffetta mista agli Europei di Trento. Argento e bronzo sono stati vinti dai campioni in carica di Germania e Olanda dopo aver percorso una distanza di 44,8 chilometri.

L’italiano ha fatto registrare il miglior tempo nei primi 22,4 chilometri. Filippo Ganna (Ineos Grenadiers), Matteo Sobrero (Astana – Premier Tech) e Alessandro de Marchi (Israel Start-Up Nation) avevano 27 secondi di vantaggio sul trio tedesco e olandese. Nei secondi 22,4 chilometri Elena Cecchini (SD Worx), Marta Cavalli (FDJ) ed Elisa Long Borghini (Trek – Segafredo) hanno allungato il vantaggio del Team Ganna sugli inseguitori diretti, assicurandosi così la prima medaglia in questa lotta per il titolo. Il trio femminile tedesco Corinna Lechner (BTC – Ljubljana), Mieke Kröger (Coop – Hitec) e Tanja Erath (Tibco – SVB) si è sorprendentemente staccato dalle donne olandesi e ha guidato dopo i lavori preliminari da Miguel Heidemann (Leopard), Justin Wolf (Bike Aid) e Maximilian Walscheid (Qhubeka – NextHash) a 20 secondi dall’Italia per l’argento. L’Austria è arrivata quinta partecipando per la prima volta a questa disciplina.

Cronometro individuale Junior:
Come previsto, il Belgio ha dominato la lotta contro il tempo agli Europei Juniores di Trento. Tuttavia, la vittoria non è andata a Cian Uijtdebroeks, che ha corso per Bora – hansgrohe nel WorldTour dell’anno successivo, ma al connazionale Alec Segaert. Ha impiegato solo 26:26 minuti per coprire una distanza di 22,4 chilometri ed è quindi cinque secondi più veloce di Uijtdebroeks. Eddy Le Huitouze della Francia ha preso il bronzo, a soli 40 secondi di distanza.

Il duo tedesco Emil Herzog e Moritz Kärsten è arrivato ottavo e decimo, rispettivamente 55 secondi e 1:08 minuti. Lo svizzero Jan Christen (+1:15) è stato dodicesimo e gli austriaci Jakob Purtscheller (+2:10) e Marco Schrettl (+2:35) si sono piazzati 26° e 34°. Tim Rey (+2:27), secondo titolare dalla Svizzera, si è classificato 31.


________________________________________________________________________________________________________________________________

Campionati Europei a cronometro individuale juniores:
Argento per la Germania al via degli Europei su Strada in Trentino. Antonia Niedermaier è arrivata seconda su una pista pianeggiante di 22,4 chilometri intorno a Trento e 29:43 minuti e 32 secondi più lenta della nuova campionessa europea Alena Ivanchenko della Russia, che ha vinto tre medaglie d’oro ai Campionati Mondiali Junior su pista vinti la scorsa settimana al Cairo – in una corsa a punti , Madison e la squadra si inseguono.

Dietro il solitario russo di 17 anni e il 18enne bavarese, che oltre al ciclismo è anche un ambizioso scialpinista, la campionessa in carica dei Paesi Bassi Elise Uijen è arrivata a 53 secondi dal vincitore conquistando il bronzo.

La seconda titolare tedesca, Selma Lantzsch, è arrivata settima, in svantaggio di 2:11 minuti. Daniela Schmidsberg (+3:12) e Johanna Martini (+4:46) dell’Austria si sono classificate 20a e 34a con 38 giocatori titolari.



Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.