“Francesco, salva il popolo dalla trappola di Mariupol”, sta nel grido disperato della città assediata

dal mondo /
zae / Ordina tu stesso / 20 aprile 2022 16:18

Acciaierie a Mariupol – l’ultimo rifugio dei difensori della città
Autore: Wikipedia.org / Olegzima / Creative Commons

Mariupol – La situazione nella città ucraina di Mariupol è critica. L’assalto dell’esercito russo ridusse in macerie la città, che prima della guerra aveva una popolazione di oltre 400.000 abitanti. Il numero delle vittime può solo essere stimato. Si parla di unità superiori di migliaia e decine di migliaia. Le immagini provenienti da Mariupol ricordano le battaglie della seconda guerra mondiale.

Ricorda il giornalista italiano Alessandro De Carolis sfida Mariupol donne e uomini imprigionati in città, rivolti a tutti coloro che possono aiutare in qualsiasi modo con l’evacuazione di questo luogo molto collaudato, soprattutto dalle ferriere Azov. La lettera, tramite il cardinale Michael Czerny, è andata a Papa Francesco, che ha raccontato quanto sta accadendo in Ucraina in una serie di discorsi pasquali – il Venerdì Santo, nell’omelia del Sabato Santo, negli incontri con i giovani e nel suo discorso Urbi et orbi .

“Questa petizione disperata – ha spiegato il cardinale Czerny – è rivolta anche a tutti coloro che hanno avuto l’opportunità di aiutare con il corridoio umanitario, con un cessate il fuoco, che è proprio quello che serve in questo momento”. tali morti”, sono “i martiri del giorno”, conclude la lettera di appello a Francesco. “Il suo aiuto nell’evacuazione da Mariupol sarebbe davvero un atto di paternità, di buon pastore e un vero atto di compassione”, ha aggiunto Alessandro De Carolis. Questa chiamata non sembra essere scritta con condizioni. I martiri di Mariuopol si affidavano esclusivamente all’aiuto personale del papa.

Secondo il consigliere del sindaco di Mariupol Petr Andryushchenko, la parte assediata di Mariupol – presso l’acciaieria Azovstal, lasciata in mano ucraina, si trova ora nella situazione peggiore di circa 2.000 persone, per lo più donne e bambini, che si nascondono nei rifugi sotto il Mariupol acciaieria funzionante senza luce solare, acqua potabile di qualità, cibo e aria fresca. Queste persone sono diventate ostaggi del regime russo, che minaccia di distruggerle con bombe da tre tonnellate. Il consigliere ha invitato personaggi religiosi e politici e celebrità ad agire per salvare queste persone.

Sei interessato a questo rapporto? Condividi e condividi:



Puoi anche contribuire con noi in criptovaluta:

Bitcoin

Ethereum

moneta leggera

Notizie e articoli correlati

Discussione sul rapporto

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.