Gli esperti vedono un leggero allentamento dei tassi di interesse sulle costruzioni

Il rapido aumento dei costi dei prestiti immobiliari ha reso la costruzione o l’acquisto di una casa molto più costosa. Ora, tuttavia, ci sono segnali di respiro nei tassi di interesse. Le preoccupazioni per l’economia e la situazione in Italia giocano un ruolo qui.

Gli esperti prevedono che i tassi di costruzione aumenteranno tra il 3,5 e il quattro per cento entro la fine dell’anno. – © Wolfilser – stock.adobe.com

Dopo il rapido aumento di costruire interesse gli esperti ne vedono uno durezza per costruttore e acquirenti immobiliari. Dopo la recente tendenza al ribasso, si aspettano che i tassi di costruzione aumentino relativamente poco o si muovano lateralmente entro la fine dell’anno.

Anche prima dell’ultimo rialzo dei tassi della Banca Centrale Europea, Commissione di interesse per mutuo edilizio decennale vero far cadere, osserva il broker di credito Munich Interhyp. Sono gli ultimi in giro tre per cento dopo un buon 3,4 per cento sopra.

tendenza al ribasso interrotta

“Al momento il trend dell’interesse per l’edilizia è in calo”, ha affermato Max Herbst, fondatore dell’advisor finanziario FMH. C’è un calo a breve termine che Il trend rialzista è rotto. Di recente, Herbst pensava ancora che fosse possibile un tasso di costruzione del quattro percento dopo la pausa estiva.

Dopo aver costruito i tassi di interesse più che triplicati dallo 0,8% a oltre il 3% da gennaio, Interyhp ora si aspetta meno slancio. “Spero da aumento previsto della tariffa venire da banca già per lo più prezzo in e le preoccupazioni per l’economia stanno diventando sempre più importanti”, ha affermato Mirjam Mohr, membro del consiglio per il business dei clienti personali di Interhyp. Questo rallenta i rialzi dei tassi. I segnali sono ora fissati per una politica monetaria più restrittiva. Interhyp ne prevede uno entro la fine dell’anno moderato aumento dell’interesse per l’edilizia dal 3,5 al 4 per cento per un prestito decennale.

Ditmar Rompf, CEO del finanziere edile Hüttig & Rompf, è più riservato. La maggior parte degli aumenti dei tassi annunciati dalla BCE sono stati previsti nella costruzione dei tassi di interesse. Secondo lui, l’interesse del tre per cento è realistico anche a fine anno.

Enorme onere per i debitori

Un aumento dei tassi di interesse da gennaio significa un enorme onere per i mutuatari. Il portale di confronto Check24 ha recentemente calcolato che un finanziamento di costruzione di oltre 400.000 euro a un tasso di interesse effettivo del tre percento genera quasi 79.000 euro di costi incrementali in dieci anni.

Pekka Sagner, esperta immobiliare presso l’Istituto tedesco di economia (IW), prevede una stabilizzazione dei tassi di interesse. Di recente ci sono state esagerazioni, ha detto. Sagner ritiene che se ulteriori rialzi dei tassi da parte della BCE suscitano preoccupazioni per una crisi dei pagamenti in paesi ad alto debito come l’Italia, la costruzione dei tassi di interesse potrebbe scendere ulteriormente. “L’idea che un aumento del tasso di interesse principale significhi automaticamente aumentare i tassi è ingannevole”.

Quindi Guardia prima di quello nuovo La crisi del debito nel sud Europa potrebbe rendere il Bund più attraente per gli investitori. Ciò aumenterebbe i loro prezzi e, in cambio, deprimerebbe i rendimenti delle obbligazioni federali – e con essi i tassi di interesse sui progetti di costruzione. La BCE ha annunciato che interverrà acquistando obbligazioni se necessario, qualora i tassi di interesse sui titoli dei paesi dell’euro salissero in modo sproporzionato. dpa/au

Jolanda Russo

"Datopato di Internet. Orgoglioso evangelista della cultura pop. Studioso di Twitter. Amico degli animali ovunque. Comunicatore malvagio."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.