Guerra russo-ucraina: secondo i rapporti statunitensi, la Russia cercherà di annettere l’est attraverso elezioni “false” | 3. 5. 2022


3. 5. 2022

tempo di lettura 12 minuti


– Serhiy Hajdaj, governatore della regione di Luhansk, ha scritto martedì mattina su Telegram:

“Sulle prime linee delle regioni di Luhansk e Donetsk, 12 attacchi nemici sono stati respinti. Sei carri armati, cinque sistemi di artiglieria, 22 veicoli corazzati da combattimento e otto veicoli a motore sono stati distrutti. L’unità di difesa aerea ha abbattuto cinque droni guidati dal telecomando Orlan -10 controllo. lontano.”

– Papa Francesco rilascia un’intervista a un quotidiano italiano Corriere della Serain cui ha affermato che non aveva intenzione di visitare Kiev, ma ha offerto un incontro con il presidente russo Vladimir Putin. La lettera cita le sue parole:

“Il primo giorno di guerra, ho chiamato il presidente ucraino Zelensky. Non ho chiamato Putin. Volevo dare un segnale chiaro in modo che il mondo intero potesse vederlo.

E poi ho chiesto al cardinale Parolin di mandare un messaggio a Putin dopo venti giorni di guerra che ero disposto ad andare a Mosca. Non abbiamo ancora ricevuto risposta. Temo che Putin non possa e non voglia questo incontro in questo momento. Ma tanta brutalità, come fermarla? Venticinque anni fa, abbiamo vissuto la stessa cosa con il Ruanda.

Non sono ancora stato a Kiev. Ho mandato lì il cardinale Michael Czerny e il cardinale Konrad Krajewski. Ma non sento il bisogno di andarci. Prima devo andare a Mosca, prima devo incontrare Putin. Ma sono anche sacerdote, cosa devo fare? Faccio quello che posso. Se Putin apre la porta…”

Il Papa ha avuto anche alcune parole critiche per il patriarca Kirill, capo della Chiesa ortodossa russa, che è stato un schietto sostenitore della guerra.

“Ho parlato con Kirill per 40 minuti tramite Zoom. Mi ha letto tutte le giustificazioni per la guerra con i primi 20 in mano. Ho ascoltato e detto: ‘Non capisco proprio niente. Fratello, non siamo pastori di stato, non possiamo usare un linguaggio politico. , ma il linguaggio di Gesù.’





– Almeno tre civili sono stati uccisi nei bombardamenti russi di martedì a Vuhledar nella regione di Donetsk, nell’Ucraina orientale,
Secondo Reuters, l’ufficio del presidente ucraino ha detto.

– L’esercito russo è ora “significativamente più debole”, secondo il Ministero della Difesa britannico

L’esercito russo è ora significativamente più debole a causa dell’invasione dell’Ucraina, ha affermato il ministero della Difesa britannico nel suo ultimo rapporto sull’intelligence militare.

Il rapporto, pubblicato poco prima delle sette del mattino, affermava:

“Il budget per la difesa della Russia è quasi raddoppiato tra il 2005 e il 2018, investendo in alcune capacità aeree, terrestri e marittime avanzate, supportando un vasto programma di modernizzazione militare dal 2008.

Tuttavia, la modernizzazione delle apparecchiature fisiche non ha consentito alla Russia di ottenere il controllo dell’Ucraina. Il fallimento nella pianificazione strategica e nell’attuazione operativa significa non essere in grado di trasformare la matematica in un vantaggio decisivo.

L’esercito russo è ora notevolmente più debole a causa dell’invasione dell’Ucraina, sia materialmente che concettualmente. La ripresa da questa situazione sarà esacerbata dalle sanzioni. Ciò avrà un impatto a lungo termine sulla capacità della Russia di dispiegare forza militare convenzionale”.

– L’UE sta preparando nuove sanzioni per le vendite di petrolio russo

L’UE sta preparando nuove sanzioni per la vendita di petrolio russo e spera di accettare un possibile embargo alla prossima riunione del Consiglio Affari esteri dell’UE.

La Commissione europea, il ramo esecutivo dell’Unione, dovrebbe proporre questa settimana un pacchetto di sanzioni dell’UE, compreso un possibile embargo sugli acquisti di petrolio russo, una mossa che costerebbe a Mosca un’enorme fonte di entrate. Tuttavia, molti paesi dell’UE rimangono divisi.

Josep Borrell, che presiede il Consiglio per gli affari esteri, ha affermato di sperare che l’UE sia in grado di adottare “misure per ridurre significativamente queste importazioni”, ma ha riconosciuto che non c’è ancora un consenso tra tutti i membri.

“Tuttavia, credo che, almeno per quanto riguarda le importazioni di petrolio, questo accordo sarà possibile nella prossima riunione del Consiglio”, ha aggiunto.

La Germania ha dichiarato lunedì di essere pronta a sostenere un embargo immediato dell’UE sul petrolio russo. “Siamo riusciti a raggiungere una situazione in cui la Germania può permettersi di sopportare l’embargo petrolifero”, ha affermato il ministro dell’Economia tedesco Robert Habeck.

Il paese europeo è il più grande consumatore di energia della Russia e potrebbe eliminare l’enorme fonte di reddito di Mosca in pochi giorni.

Entro la metà di maggio, gli Stati membri dell’UE hanno dovuto respingere le richieste di Mosca di pagamenti di carburante in rublo, anche se non avevano una fornitura di gas alternativa, ha avvertito Bruxelles.

Kadri Samson, commissario europeo per l’Energia, ha dichiarato lunedì che la richiesta del Cremlino dovrebbe essere respinta nonostante il rischio che le interruzioni dell’approvvigionamento al momento dell’interruzione siano irreversibili.

– I ministri dell’UE hanno avvertito che soddisfare la richiesta di Mosca di pagamenti del gas in rubli violerebbe le sanzioni dell’UE esistenti. Gli ambasciatori dell’UE discuteranno le sanzioni petrolifere proposte nella riunione di mercoledì.

Kiev avverte che le esportazioni di energia della Russia verso l’Europa, che finora sono state in gran parte esenti dalle sanzioni internazionali, stanno finanziando lo sforzo bellico del Cremlino di milioni di euro al giorno.

Tuttavia, la Commissione europea ha affermato che potrebbe salvare Ungheria e Slovacchia da un possibile embargo sui futuri acquisti di petrolio russo, data la dipendenza dei due paesi dal petrolio russo, hanno affermato lunedì due funzionari dell’UE.

– La Russia prevede di annettere l’Ucraina Donetsk e Luhansk tramite elezioni “false”, avvertono gli Stati Uniti

Gli Stati Uniti avevano precedentemente avvertito che la Russia stava pianificando di “annettere” formalmente le regioni di Donetsk e Luhansk dell’Ucraina orientale.

Michael Carpenter, l’ambasciatore degli Stati Uniti presso l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, ha detto lunedì ai giornalisti a Washington:

“Secondo gli ultimi rapporti, riteniamo che la Russia cercherà di aderire alla “Repubblica popolare di Donetsk” e alla “Repubblica popolare di Lugano” alla Russia.

I rapporti dicono che la Russia prevede di tenere un referendum dopo l’annessione a metà maggio. “

Carpenter ha detto che gli Stati Uniti credono anche che la Russia stia considerando piani simili nella terza regione, Kherson, dove Mosca ha recentemente consolidato il controllo e costretto all’uso della sua valuta rublo.

“Riteniamo che questo rapporto sia molto credibile. Un referendum così fasullo – un voto fasullo – non sarà considerato valido, così come i tentativi di annettere altri territori ucraini”.

Secondo Carpenter, è anche possibile che i funzionari russi cercheranno di prendere il controllo di altre parti dell’Ucraina installando “marionette e procuratori” nei governi locali e rimuovendo i funzionari democraticamente eletti. Ha detto che questo sembrava essere l’obiettivo originale di Mosca a Kiev – un piano che includeva l’introduzione di una nuova costituzione in Ucraina – ma le truppe russe sono state costrette a ritirarsi nell’est e nel sud del paese dopo aver fallito nella conquista della regione. capitale.

– I primi civili evacuati dalla gigantesca acciaieria di Mariupol sarebbero arrivati ​​nella città ucraina di Zaporozhye lunedì dopo un viaggio notturno in autobus, ostacolato dai ritardi sul fronte. Più di 100 civili – per lo più donne, bambini e anziani – sono stati evacuati dall’acciaieria Azovstal, ha affermato la polizia militare ucraina in una nota. Si ritiene che centinaia di persone siano ancora intrappolate nell’ultima roccaforte della resistenza della città.

– La Russia ha ripreso i bombardamenti dell’acciaieria Azovstal mentre gli autobus per l’evacuazione dei civili hanno lasciato la fabbrica domenica, sebbene centinaia di civili siano rimasti intrappolati all’interno
ha detto Petro Andyushchenko, assistente del sindaco della città.

– Un combattente ucraino a Mariupol ha affermato che, nonostante l’operazione di evacuazione guidata dalle Nazioni Unite, fino a 200 civili sono rimasti imprigionati nei bunker dell’acciaieria Azovstal. Il capitano Sviatoslav Palamar, 39 anni, vice comandante del reggimento Azov dell’Ucraina, ha detto a Reuters che i suoi combattenti hanno sentito i suoni di persone intrappolate nei bunker ma non avevano l’attrezzatura necessaria per salvare i detriti.

– L’ulteriore evacuazione dei civili imprigionati a Mariupol riprenderà martedì dalle 7:00 con il sostegno delle Nazioni Unite e della Croce Rossa, ha affermato il consiglio comunale.

– Un attacco missilistico russo colpisce la città portuale di Odessa, nel Mar Nero, nell’Ucraina sudoccidentale, provocando morti e feriti. L’attacco colpì un ponte di importanza strategica sull’estuario del Dnestr. Un ragazzo di 14 anni è stato ucciso e una ragazza di 17 anni è rimasta ferita, ha detto lunedì il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. “In che modo questi bambini e questi appartamenti minacciano lo stato russo?” chiese. Zelensky ha detto nella sua trasmissione video serale.

– Le truppe russe nella regione del Donbas nell’Ucraina orientale – dove si svolge la maggior parte dei combattimenti – soffrono di scarso comando e controllo, morale basso e logistica non ideale, secondo gli Stati Uniti. “Continuiamo a vedere pochi, nel migliore dei casi, progressi russi nel Donbas”, ha detto lunedì un alto funzionario del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti in una dichiarazione.

– Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è stato chiesto in un’intervista alla televisione italiana di commentare come la Russia possa dire di aver bisogno di “denazificare” il Paese quando il suo presidente Volodymyr Zelensky è ebreo. Lavrov ha risposto che Adolf Hitler era di “sangue ebreo” e che “gli antisemiti più arrabbiati erano gli ebrei”, difendendo la politica di “denazificazione” della Russia in Ucraina, il termine del Cremlino per un’epurazione su larga scala che l’Ucraina dice essere un pretesto per “uccisioni di massa”. .”

– Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che i commenti di Lavrov hanno mostrato che “la Russia ha dimenticato tutte le lezioni della seconda guerra mondiale”.
Israele ha convocato l’ambasciatore russo e ha chiesto scuse, ei leader mondiali hanno condannato la dichiarazione.

– La Gran Bretagna ha detto che fornirà all’Ucraina ulteriori 300 milioni di sterline in aiuti militarir, comprese le apparecchiature di guerra elettronica e i sistemi radar antimissilistico, hanno finora contribuito con circa 200 milioni di sterline, riferisce Reuters.

– Più di 70 dei 90 obici M-777 che gli Stati Uniti intendono consegnare sono ora in mano ucraina, insieme a oltre 140.000 proiettili da 155 mm, ha detto un alto funzionario del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. Nelle ultime 24 ore, due dozzine di voli con armi americane sono atterrati vicino all’Ucraina e altri 11 sono previsti nelle prossime 24 ore, hanno detto i funzionari.


– Il commissario europeo per l’Energia ha affermato che la richiesta russa di pagamenti di carburante in rublo dovrebbe essere respinta, nonostante il rischio di interruzioni dell’approvvigionamento in un momento in cui non esiste una fornitura alternativa di gas. Dopo un incontro dei ministri dell’Energia dell’UE, Kadri Simson ha affermato che tutti i ministri dell’Energia hanno accettato che il pagamento dei rubli attraverso il meccanismo stabilito dalla Russia violerebbe le sanzioni imposte dal blocco dopo l’invasione russa dell’Ucraina.

– La Commissione europea dovrà finire altri lavori, il sesto pacchetto di sanzioni dell’UE contro la Russia entro martedì, che includerà il divieto di acquisto di petrolio russo. alla prossima riunione del Consiglio Affari esteri dell’UE, ha affermato lunedì il capo della diplomazia del blocco. Tuttavia, Ungheria e Slovacchia potrebbero risparmiare denaro da un imminente embargo sugli acquisti di petrolio russo, data la dipendenza dei due paesi dal petrolio russo, hanno affermato lunedì due funzionari dell’Unione europea.

– La Germania si è dichiarata pronta a sostenere un embargo diretto dell’UE sul petrolio russo, che è un cambiamento significativo per il più grande consumatore di energia di Mosca, consentendo all’Europa di imporre un tale divieto nel giro di pochi giorni. “Siamo riusciti a raggiungere una situazione in cui la Germania è in grado di sopportare l’embargo petrolifero”, ha detto lunedì il ministro dell’Economia tedesco Robert Habeck a Bruxelles, dove ha incontrato le controparti dell’Unione europea. “Ciò significa che non passerà inosservato.”


193

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.