Il GEETHA Special Warfare Command ha partecipato a una serie di esercitazioni multinazionali a maggio

Il General Staff National Defense Special Warfare Command (DF) ha partecipato a una serie di esercitazioni con nazioni amiche e alleate – organizzandone anche alcune – a maggio.

In particolare, è iniziata oggi l’esercitazione di Alessandro Magno di quest’anno con la partecipazione di personale e media provenienti dalla Grecia e dagli Stati Uniti nel Golfo Pagasitico, nel Mar Egeo centrale e settentrionale. Questo è un esercizio interdisciplinare di operazioni speciali anfibie anfibie. Le prove termineranno il 29 maggio.

Al via da oggi anche le esercitazioni Trojan Trail, ospitate a Nea Peramo dal Comandante dello US Special Operations Command Europe (SOCEUR). Grecia, Stati Uniti, Francia, Gran Bretagna e Albania partecipano all’esercitazione, che durerà fino al 13 maggio e utilizzerà aerei ed elicotteri.

L’esercitazione Stolen Cerberus è iniziata martedì 3 maggio, con la partecipazione di personale e media dalla Grecia e dagli Stati Uniti. Questa è una pratica di lanciare bastoncini e forniture. Le esercitazioni si svolgeranno in diverse zone di tiro a Megara, Larissa, Rodi, Lemno e Nea Peramo e si concluderanno l’11 maggio.

Dal 7 al 20 maggio, i docenti parteciperanno all’esercitazione Quick Response, che fa parte dell’esercitazione Defenders of Europe. Rapid Response si svolgerà nella Repubblica della Macedonia del Nord e, oltre al paese ospitante, parteciperanno Grecia, Stati Uniti, Montenegro, Albania, Italia e Regno Unito.

Dal 9 al 20 maggio si sono svolte presso la base aerea di Araxos le prove del Tiger Meet. Questa esercitazione è stata organizzata per la prima volta dal 335° Squadrone in Grecia. Coinvolge 60 aerei da combattimento ed elicotteri provenienti da Francia, Italia, Spagna, Belgio e Repubblica Ceca, con missioni operative complesse che coprono un’ampia gamma di moderne missioni di guerra aerea come difesa aerea/operazioni offensive, potenza aerea, puntamento dinamico, time-sensitive mirare ma anche mirare in base al tempo operazioni per sopprimere – distruggere le difese aeree nemiche, operazioni dell’aviazione a beneficio delle operazioni terrestri e marittime. La missione sarà supportata dal radar volante della NATO.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.