Istituzione del Comitato per la gestione delle risorse naturali sostenibili di Sifnos

Ristrutturazione di Anemos e della Rete delle Isole Euro-Mediterranee SMILO in collaborazione con il Comune di Sifnos ha avviato un programma di sensibilizzazione, formazione e riabilitazione di un’ampia rete di pietre a secco (terrazza) a Sifnos e un dialogo per la gestione sostenibile delle risorse naturali dell’isola . Questa attività è stata sviluppata parallelamente ad attività simili su altre tre piccole isole del Mediterraneo, con conseguente scambio di esperienze e buone pratiche, nel programma biennale SMILO-MED.

Una delle prime attività del programma è stata l’istituzione e il funzionamento del Comitato per la gestione delle risorse naturali sostenibili di Sifnos. Le prime riunioni preparatorie formali della Commissione si svolgeranno il 18 e 19 maggio. Nel pomeriggio Giovedì alle 19.5, alle 19.00, presso il Centro Culturale Artemonas, si terrà la riunione inaugurale del Comitato, in cui sono invitati rappresentanti degli organismi istituzionali, professionali e sociali nonché persone – residenti e amici dell’isola partecipare in modo strutturato – che può contribuire al dialogo.

Comitati simili a Sifnos saranno formati in altre piccole isole partecipanti a questo progetto, ovvero Porquerolles (Francia), Pakleni (Croazia), Lipari (Italia).

Gli obiettivi del Comitato per la gestione delle risorse naturali sostenibili di Sifnos sono:

– dialogo strutturato tra i membri della Commissione ma anche con gli enti locali sulle esigenze e sui metodi di gestione sostenibile delle risorse naturali dell’isola, ovvero acqua, suolo, ambiente strutturato e antropico, varietà locali, biodiversità e ricchezza naturale, paesaggi rurali e naturali,

– promuovere la partecipazione attiva dei cittadini e delle parti interessate al dialogo, utilizzare e sviluppare processi di pianificazione partecipata,

– il rapporto tra le conoscenze locali e tradizionali sulla gestione sostenibile delle risorse naturali con le conoscenze scientifiche e sociali – l’ecologia moderna,

– la formulazione attraverso un processo partecipativo di proposte e piani concreti alle comunità locali e ai Comuni sulla gestione sostenibile a lungo termine delle risorse naturali di Sifnos, tenendo conto dei cambiamenti economici, ambientali e climatici in atto e cercando di formulare una strategia per la partecipazione della popolazione e del corpo dell’isola.

Allo stesso tempo, nel quadro del secondo programma parallelo, GRAPE (SMP-COSME-2021-RESILIENCE Social Economy e local green deal per supportare le PMI a diventare più resilienti) il ruolo e le possibilità economiche delle cooperative sociali nel sostenerla saranno essere esplorato per transizioni verdi su piccole isole e aree montuose. Il programma GRAPE, a cui partecipano Winds of Renewal e il Comune di Sifnos, esplorerà, infatti, le strutture e le collaborazioni che possono supportare la gestione sostenibile delle risorse naturali e in generale la necessaria transizione di tutte le organizzazioni economiche e sociali verso un modello green.

Altre attività nell’ambito del programma SMILO-MED

Dopo l’inizio delle operazioni il Comitato seguirà, in coordinamento con Wind of Renewal:

– lo studio del ruolo delle reti di roccia secca nell’ambiente moderno e di come la conservazione e il ripristino della roccia secca possono contribuire alla protezione della biodiversità locale, agricola e acquatica oltre a fungere da efficace difesa contro fenomeni e impatti estremi come il crisi climatica,

– formulare proposte e modificare le buone pratiche su come rendere economicamente fattibili la protezione e il ripristino a lungo termine della roccia secca,

– organizzare seminari, workshop e laboratori di formazione, con l’obiettivo di raccogliere e trasferire ad altri l’esperienza locale sulla conservazione e il ripristino della roccia secca, prima che vada perduta, insieme agli agricoltori che trasmettono queste conoscenze di generazione in generazione

– organizzare un programma pilota per il recupero di roccia secca, che sarà utilizzato/usato come programma di formazione e dimostrazione di tecniche locali.

Per il programma SMILO-MED

La Fondazione Principe Alberto II di Monaco, sostiene il progetto “Gestione Integrata delle Risorse Naturali delle Piccole Isole del Mediterraneo (SMILO-Med)” che permette alle quattro piccole isole della rete SMILO (Lipari – Italia, Porquerolles – Francia, Sifnos – Grecia, Pakleni Isole – Croazia) ad attuare azioni concrete nell’ambito dell’Approccio sostenibile SMILO per dimostrare la capacità delle piccole isole del Mediterraneo di fornire soluzioni esemplari e ripetibili per la conservazione e la gestione sostenibile delle risorse naturali, promuovendo al contempo il dialogo tra e le altre isole intorno al mondo. Sull’isola di Sifnos l’obiettivo è rafforzare la protezione contro l’erosione garantendo la biodiversità agricola.

L’importanza di accrescere e valorizzare le conoscenze locali per la protezione e la gestione sostenibile delle risorse naturali. Sta diventando sempre più chiaro che gli sforzi globali per proteggere le risorse naturali e gli ecosistemi devono essere collegati agli sforzi a livello locale. Ecco perché cerchiamo di integrare la saggezza tradizionale nella moderna conoscenza scientifica, nelle strategie di sostenibilità e nella politica climatica: per secoli l’intervento umano nello spazio è stato integrato nell’ambiente, come vediamo localmente, come parte integrante di esso, sostenendolo nel tempo. quelli vecchi (vedi: residuo di macinazione, pietra a secco per mantenere il suolo e mantenerne la fertilità, rotazione colturale – rotazione colturale per rinnovare i nutrienti del suolo necessari, architettura, ecc.). Le persone sanno lavorare con la natura, spianano la strada al passaggio dell’acqua, anche dove costruiscono pietre a secco, quindi useremo le esperienze di altre isole, cercheremo la conoscenza collettiva, lo scambio di buone pratiche, gli strumenti moderni per registrare, evidenziare e preservare la creazione creata culturalmente, economicamente, ecologicamente e climaticamente, il prodotto della pazienza e del lavoro straordinario di migliaia di persone nel corso dei secoli.

Attualmente non sono molti i contadini che lo creano e lo mantengono, mentre le conoscenze sulla sua manutenzione e restauro, anche tra gli artigiani, si stanno progressivamente perdendo o sostituendo con altre tecniche che non sono una continuazione della saggezza locale esistente. L’importanza e il ruolo della roccia secca è oggi sempre più importante, non solo come monumento alla civiltà umana, ma anche per la ritenzione dell’acqua piovana e l’arricchimento delle riserve idriche sotterranee, nonché per la protezione dall’erosione e dagli eventi meteorologici estremi dovuti ai cambiamenti climatici. e l’intensità degli eventi meteorologici estremi.

Il Mediterraneo è in realtà la regione più vulnerabile ai cambiamenti climatici, ora considerata il “punto caldo” dell’intensificarsi della crisi climatica. Pertanto, è molto importante, insieme al rafforzamento degli sforzi per la protezione del clima, intensificare gli sforzi per rafforzare le difese contro i fenomeni meteorologici estremi che si stanno intensificando a causa della crisi climatica. Pertanto, dobbiamo trovare il modo di conservare le rocce secche e tutti questi splendidi stock attraverso la loro integrazione in nuove realtà economiche, riconoscendo la loro importanza per la difesa contro l’erosione e gli effetti della crisi climatica.

In altre zone i principali mezzi di protezione sono le foreste, sulle nostre isole le rocce aride. Se questa intera rete crollasse, ci troveremmo esposti a gravi pericoli, di cui oggi non teniamo conto ma vediamo tutt’intorno a noi.

Tutta questa incredibile rete non è solo roccia, ma conoscenza e padronanza, nel contesto di quelle che oggi chiamiamo “soluzioni basate sulla natura” o infrastruttura verde.

Cos’è il vento di rinnovamento?

QUELLO Aggiorna Vento è un’impresa cooperativa sociale, attiva a livello locale, nazionale ed europeo, nell’economia sociale e verde, nel turismo sostenibile, nella protezione del clima e dell’ambiente e nel dialogo culturale. Tra l’altro, ha creato e operato in modo innovativo, inclusivo ostello comune, ostello del turismo sostenibile ma anche centro di attività sociali, verdi e culturali, educazione, sensibilizzazione e inclusione sociale.

Contatto: Se sei interessato ad ulteriori informazioni o per partecipare al Comitato, contatta Nikos Chrysogelos, tel. 6936672882, email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare Javascript per vederlo.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.