Italia: la società energetica pubblica Eni interrompe l’acquisto di petrolio dalla Russia

La società pubblica italiana di energia ENI ha annunciato oggi di aver deciso di interrompere l’acquisto di petrolio dalla Russia.

Le importazioni di gas finora stanno funzionando normalmente. Il governo di Mario Draghi, tuttavia, ha affermato che entro la fine di giugno taglierà del 50% le importazioni di gas dalla Russia.

L’ARTICOLO CONTINUA DOPO LA PUBBLICITÀ

Secondo la stampa italiana, si tratta di una decisione che si estende alle aree che non sono state colpite dalle sanzioni dell’UE contro Mosca.

La compagnia pubblica italiana dell’energia si è ritirata da Blue Stream

La compagnia italiana ha spiegato in un comunicato che sta “sospendendo la firma di nuovi contratti per l’acquisto di petrolio dalla Russia” e monitorando gli sviluppi nel settore del gas.

La scorsa settimana, l’Eni ha annunciato il ritiro dal Blue Stream, il gasdotto che trasporta il gas dalla Russia alla Turchia. Eni è azionista del consorzio del gasdotto, insieme a Gazprom.

Seguilo su Google News ed essere il primo a conoscere tutte le novità
Vedi tutte le ultime notizie dalla Grecia e dal mondo, su

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.