Jellen: possibile “atterraggio regolare” economico della Fed

La Federal Reserve prevede che utilizzerà tutti gli strumenti disponibili per garantire un “atterraggio regolare” dell’economia statunitense – nonostante i rischi incombenti – nei suoi sforzi per domare l’inflazione, ha affermato mercoledì il segretario al Tesoro degli Stati Uniti. .

Intervenendo a una conferenza ospitata dal Wall Street Journal, Glenn ha sottolineato di avere piena fiducia nella salute dell’economia statunitense, ma ha aggiunto che l’inflazione, che è in aumento da quattro decenni, è un problema ed è soprattutto compito della Fed frenarlo.

Un traguardo raggiungibile, secondo il Segretario al Tesoro Usa, il quale, però, suggerisce che la Fed dovrà mostrare “abilità” e “anche fortuna” nel cercare di ottenere un “atterraggio regolare” dell’economia statunitense, in un momento di preoccupazione stanno crescendo che una politica della Fed sempre più aggressiva potrebbe ostacolare la crescita economica.

Glenn ha fatto questa valutazione poche ore prima che la Fed annunciasse il suo secondo aumento diretto dei tassi, che dovrebbe essere superiore al primo di marzo. In particolare, la Fed prevede di aumentare i tassi di interesse di mezzo punto percentuale mercoledì, cosa che sta facendo dal 2000.

Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti ha osservato che l’aumento dell’inflazione è dovuto in gran parte ai problemi creati dalla pandemia di coronavirus nelle catene di approvvigionamento, ma anche ai recenti sviluppi geopolitici con l’invasione russa dell’Ucraina, uno sviluppo che ha spinto al rialzo i prezzi dell’energia a livello internazionale. .

Le discussioni continuano per estendere le sanzioni contro la Russia

Riferendosi alla guerra in Ucraina, il segretario al Tesoro degli Stati Uniti ha osservato che gli Stati Uniti sono in costante contatto con i loro partner con l’obiettivo di espandere le sanzioni contro la Russia, aggiungendo che potrebbero essere intraprese “ulteriori azioni” per fare pressione su Mosca affinché fermi i suoi attacchi alla Russia. Ucraina.

Glenn non ha approfondito la mossa, ma ha affermato che ulteriori sanzioni sarebbero possibili “se la Russia continua a dichiarare guerra all’Ucraina”.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.