La neutralità e la sua “tentazione”

Sebbene ci sia una bibliografia considerevole, con scenari che si riferiscono a quali sviluppi sarebbero accaduti se Hitler e l’Asse fossero saliti al potere, secondo B! Guerra Mondiale, sembra che nulla si riferisca a quella che sarà l’evoluzione della situazione nel nostro Paese, ma anche più in generale, se il dittatore Ioannis Metaxas, invece di dire lo storico “NO”, avesse scelto l’ipotetico “SI”… Certo, la Grecia, grazie alla sua posizione particolarissima nel Mediterraneo orientale, sembra sempre una notizia semplice ma provocatoria, solitaria e indifesa, con tanti pretendenti forti e avidi, pronti a conquistare le notizie ea godere delle sue tentazioni. .

E il più importante di questi – forse per la sua vicinanza – è l’Italia, con alcuni noti atti provocatori, che ha chiaramente “riscaldato” l’atmosfera tra i due Paesi e preparato le condizioni per possibili conflitti futuri… Probabilmente, l’invasione italiana del 28 ottobre 1940, in uno stato “autosufficiente”, “sovrano” e neutrale, ha alcune o meglio delle analogie con l’invasione russa dell’Ucraina… Tornando all’“epopea degli anni ’40”, dovrebbe Da notare che la scelta e l’adesione alla neutralità, da parte greca, non è un compito facile, soprattutto quando gli indomiti invasori sono superiori militarmente e numericamente. Quindi, la “tentazione” per l’apparentemente forte, che è stato “ubriaco”, prima, con la sua imminente facile vittoria, è grande.

Senza tentare di studiare la storia, vale la pena menzionare le somiglianze tra la presa del potere da parte dei due futuri dittatori, che erano i leader dei partiti nei parlamenti di ogni paese. Hitler fu invitato dal presidente Paul von Hindenburg, 85 anni, a subentrare come primo ministro (cancelliere) nel 1933 e Metaxas fu nominato per sostituire il defunto Primo Ministro Const. Demertzis, nel 1936, dal re Giorgio II!. In entrambi i casi, il regime finisce in dittatura.

Il coinvolgimento di un paese in una guerra in corso è determinato da una serie di regole e decisioni. Entrare in guerra ha anche le sue “tentazioni”, poiché uno stato, a prescindere dal fatto che sia minacciato o meno, si aspetta alcuni vantaggi speciali, soprattutto territoriali, dopo la fine e il dominio finale che ci si aspetta dai suoi alleati. Nel caso di “NO”, Metaxas annunciò al direttore della stampa di Atene, all’Hotel Great Britain, il 30 ottobre, che l’accettazione dell’ultimatum avrebbe riportato la Grecia in divisione, come nel 1916. È anche possibile affinché la Turchia occupi la Tracia occidentale, la Bulgaria, la Macedonia, l’Inghilterra, alcune isole del Mar Egeo, ecc. Soprattutto, però, credeva nella vittoria della Gran Bretagna e sperava nella liberazione del Dodecaneso – come ha fatto, alla fine!

Fuori dal palcoscenico principale del teatro di guerra, il dittatore portoghese Salazar ebbe buoni rapporti con la Gran Bretagna, ma riuscì a rimanere neutrale; In Spagna, che aveva appena concluso la guerra civile spagnola, l’allora dittatore, il generale Francisco Franco, dopo aver rovesciato la Repubblica con l’aiuto della Germania nazista, riuscì a mantenere il suo paese neutrale, fatta eccezione per la Brigata Blu, che era composta da volontari che combattevano al fianco delle forze dell’Asse. Insoddisfatto di questo atteggiamento di Franco, si dice che Hitler abbia detto: “Meglio farmi estrarre due denti, che parlare di nuovo con Franco” !!!

La Turchia, dal 1941, ha firmato un Patto di amicizia con la Germania ed è il Paese che le fornisce la cromite, il cromo minerale elementare militare-essenziale (Cr). Ma nel 1945, pochi mesi prima della fine della guerra e quando tutto era deciso… con le sue famose politiche orientali, dichiarò guerra alla Germania… Al nord la Svezia poté rimanere neutrale, ma entrò nella “tentazione”. ” Fornire alla Germania i famosi minerali e cuscinetti della SKF. In alcuni casi, permetteva anche alle truppe tedesche di attraversare il suo territorio, come dalla Norvegia alla Finlandia o dalla Norvegia alla Germania, con il cosiddetto “traffico consentito” (traffico consentito) .)…

Gli irlandesi di lingua inglese riuscirono a rimanere neutrali, nonostante le tentazioni e l’evidente parentela con l’Inghilterra. Tuttavia, migliaia di irlandesi si sono offerti volontari per l’esercito britannico per combattere Hitler, la Germania nazista e l’Italia fascista.

La neutralità si addice alla Svizzera per proteggere i suoi interessi bancari. La cartella delle operazioni “Tannenbaum” (abete) era ben nascosta nel primo cassetto dell’ufficio di Hitler. Tuttavia, il sistema di difesa a labirinto della Svizzera, che avrebbe complicato l’offensiva contro l’inospitale paesaggio alpino e l’occupazione delle forze dell’Asse su altri fronti, ha lasciato la ciliegina sulla torta svizzera per la fine. Inoltre, l’astuta Svizzera ha fornito una linea ferroviaria gratuita per le comunicazioni italo-tedesche…

Queste baie svizzere e svedesi, con la disponibilità di “linee ferroviarie libere”, o Metaxas non ci pensava, o non c’era traccia. Così, lo slancio e l’entusiasmo dell’esercito greco trovarono una via d’uscita e mobilitarono le truppe italiane. Hitler divampa e rimbomba, ma cosa fare? Mussolini era suo alleato. Quindi ha schierato la sua divisione da Bulgaria e Jugoslavia, ma sono incappati in una “linea Metaxa” difensiva. Dopo tre giorni di epiche battaglie il forte cadde e fu firmata la resa. Una volta, la guerra irrazionale trovava la sua logica… Solo l’Ucraina, e in particolare il leader Zelensky, non capivano che l’eroismo serviva da punto. Oltre a ciò, avvantaggia solo coloro che sono interessati a prolungare una guerra distruttiva.

Ep.Peripatite@gmail.com

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.