La Russia ha reso gli ebrei autori dell’Olocausto. Ha senso, disse l’analista

Quello che ascolterai nell’episodio 5:59 di oggi

  • I discorsi del Cremlino sulla “denazificazione” dell’Ucraina confutano la storia, ha affermato Irena Kalhous, direttrice del Centro Herzl per gli studi israeliani della Charles University.
  • Secondo gli analisti, anche le affermazioni del ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov sulle origini ebraiche di Hitler sono solo una teoria del complotto.
  • Finora, Israele è stato cauto nel criticare l’invasione russa dell’Ucraina. Tuttavia, le dichiarazioni su Hitler e sui suoi antenati ebrei attaccano il ruolo storico di Israele come protettori della memoria storica dell’Olocausto, ha sottolineato Kalhous.

La spaccatura tra Russia e Israele si è approfondita a causa delle dichiarazioni del ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov sulle presunte radici ebraiche di Adolf Hitler. In che modo sono inaccettabili per i funzionari israeliani? Come ha potuto Mosca, a quasi 80 anni dalla fine della seconda guerra mondiale, difendere il suo attacco all’Ucraina mediante la “denazificazione”? Da dove viene la presunta teoria dell’origine ebraica di Hitler? E qual è il pericolo quando i politici usano riferimenti storici all’Olocausto?

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è andato oltre il solito durante un’intervista alla televisione italiana domenica. Ha descritto gli attacchi in Ucraina come “denazificazione ucraina”. E ha detto che sebbene il presidente ucraino Volodymyr Zelensky abbia radici ebraiche, ciò non significa che il suo paese non sia nazista.

Inoltre, ha sostenuto le sue affermazioni negando ripetutamente le affermazioni che anche il leader nazista Adolf Hitler avesse “sangue ebreo”.

Secondo Irena Kalhousová, analista e direttrice del Centro Herzl per gli studi israeliani dell’Università Carlo, non ci sono prove per questo. “Fa parte della teoria del complotto”, ha detto nel podcast 5:59. Secondo lui, è apparso negli anni ’20 e ’30 e dopo la guerra è stato utilizzato dagli stessi nazisti come giustificazione per aver perso la seconda guerra mondiale.

Foto: Lenka Kabrhelova, Elenco notizie

Analista Irena Kalhousova.

L’affermazione di Lavrov, tuttavia, ha un livello più elementare. “Quando dici ‘Hitler era un ebreo’, e poiché Lavrov aggiunge che i più grandi antisemiti sono gli ebrei stessi, stai di fatto incolpando gli ebrei per l’Olocausto”, spiega Kalhous.

Non sorprende che Israele e altre democrazie condannino fermamente Lavrov. Finora, Israele è ancora cauto nel criticare la guerra in Ucraina. Il presidente Zelensky lo ha anche ripetutamente accusato di non aver fatto abbastanza per aiutare il paese devastato.

Ma le cose sono cambiate dopo la salita di Lavrov. “Persino il primo ministro Naftali Bennett, che finora è stato relativamente cauto, ha definito la dichiarazione falsa e totalmente inaccettabile”, hanno avvertito gli analisti.

Puoi scoprire nel podcast 5:59 perché le osservazioni del ministro degli Esteri russo a Israele sono state così oltraggiose e cosa pensano gli analisti influenzerà la sua decisione di non fornire armi d’assalto all’Ucraina. Ascoltalo nell’audio all’inizio dell’articolo.

Editori e co-editori: Matj Valek, Barbora Sochorová, Dominika Kubištová

Design del suono: David Kaiser

Sorgente del campione audio: Elenco televisivo, Televisione ceca, France 24, NBC News, Ma’ariv, Ynet, Ufficio del Presidente dell’Ucraina

Podcast 5:59

Podcast di notizie sulla squadra Lenka Kabrhelová. Un argomento importante ogni giorno della settimana per sei minuti. Gli eventi più importanti della Repubblica Ceca, nel mondo, la politica, l’economia, lo sport e la cultura attraverso le lenti della News List.

Puoi trovare gli archivi di tutte le sezioni sul nostro sito web. Scrivici le tue osservazioni, commenti o suggerimenti tramite i social network o via e-mail: zaminutusest@sz.cz.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.