L’Eni italiana si ritira dal gasdotto che collega la Russia alla Turchia

Il colosso italiano degli idrocarburi Eni intende vendere la sua partecipazione del 50% nel gasdotto Blue Stream, un progetto in cui il gigante russo Gazprom è coinvolto in parte a causa dell’invasione russa dell’Ucraina, ha affermato il rappresentante T della società presso l’Agenzia francese.

“Eni ha intenzioni di vendere la sua partecipazione in Blue Stream, che “collega la Russia con la Turchia” attraverso il Mar Nero, ha affermato. Il gruppo italiano imita così l’esempio di altre grandi aziende del settore oil & gas, come British Shell e BP, che hanno annunciato il ritiro dai progetti a cui stanno partecipando in Russia.

Allo stesso tempo, Shell ha annunciato che avrebbe lasciato la Russia e avrebbe abbandonato le joint venture con Gazprom, incluso il coinvolgimento nel gasdotto Nord Stream 2. -1 progetto.

Fonte: – ski.gr

Segui Skai.gr su Google News
ed essere il primo a conoscere tutte le novità

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.