L’Italia andrà ancora al Mondiale in Qatar?

Monaco di Baviera – La nazionale italiana di calcio ha fallito nei playoff di qualificazione ai Mondiali contro la Macedonia del Nord. Tuttavia, i media italiani sperano che i campioni d’Europa in carica avanzino ancora alla Coppa del Mondo in procinto di recuperare.

La ragione di ciò è lo scandalo in Iran. La nazionale iraniana aveva acquistato i biglietti per la Coppa del Mondo e ha festeggiato la vittoria per 2-0 contro il Libano davanti al pubblico di casa nella finale di qualificazione. Tuttavia, secondo coerenti resoconti dei media, a 2.000 donne è stato negato l’ingresso allo stadio anche se avevano i biglietti per la partita. Ha detto che ci sono state proteste disperse con l’uso di spray al peperoncino.

L’Iran teme di essere eliminato dalla Coppa del Mondo

In Iran, alle donne è stato vietato di assistere alle partite di calcio per più di quattro decenni. A causa delle pressioni della FIFA, questo divieto discriminatorio è stato recentemente allentato. Secondo “Sky Italia”, un nuovo scandalo potrebbe portare a pesanti sanzioni per l’Iran, forse fino all’eccezione dei Mondiali.

“Da FIFA e AFC [Asiatischer Fußballverband – Anm. d. Red.] Abbiamo appreso notizie allarmanti”, ha twittato Mehrdad Seraji, membro del consiglio di amministrazione della federazione calcistica iraniana FFI. Secondo quanto riferito, la FIFA nominerà l’Italia in caso di espulsione dell’Iran. Anche se la squadra ha fallito nei playoff, detiene ancora il posto più alto nella classifica mondiale (6) di tutti i candidati.

L’associazione iraniana rifiuta la colpa

Non è chiaro se l’Iran sarà effettivamente escluso. L’associazione iraniana ha negato la responsabilità dello scandalo e ha incolpato gli organizzatori. “E’ impossibile creare condizioni favorevoli per l’ingresso delle donne nello stadio, per fornire un accesso sicuro e varchi adeguati, strutture necessarie e una zona separata sugli spalti”, ha affermato l’associazione quando è stato chiesto dal portale di notizie “entekhab.ir”.

“Pertanto, nessun funzionario della Federcalcio ha invitato le donne interessate al calcio ad acquistare i biglietti per questa partita nella città santa di Mashhad”, ha detto. L’associazione ha indicato di aver mostrato la volontà di “sostenere le visite delle donne allo stadio” nelle competizioni nazionali per club.

Mashad è una città molto religiosa nell’Iran nord-orientale. Gli osservatori sospettano che l’influente portavoce islamico di Mashhad abbia agito di propria iniziativa e senza consultare la FFI.

Vuoi le notizie, i video e i dati calcistici più importanti direttamente sul tuo smartphone? Quindi ottieni nuove app in esecuzione con notifiche push per eventi dal vivo. Disponibile su App Store per Mela e Androide.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.