L’italiano vincitore del Mondiale 2006 mostra il suo amore per il Boca Juniors: la foto è diventata virale

Marco Materazzi mostra il suo tatuaggio con lo scudetto del Boca Juniors e conferma di essere un tifoso di Xeneize. Era in un’amichevole prima del sorteggio per la Coppa del Mondo del Qatar 2022.

Marco Materazzi Fu una delle figure italiane durante i Mondiali che consacrò l’Azzurra di 2006. Viene anche ricordato per essere stato uno dei protagonisti della scena che si è conclusa con l’espulsione Zinedine Zidane nella finale giocata a Berlino. Durante la sua carriera ha vinto Champions League insieme a Tra e una volta andato in pensione, ha confessato il suo fanatismo per la squadra argentina: Boca Juniors. Questo giovedì ha rivelato un altro esempio dell’amore che ha per il club La Ribera con una foto diventata virale sui social network e che ha suscitato molto scalpore tra i tifosi del club. Xeneize.

A Doha, in Qatar, ci sono ore molto intense con un’agenda fitta per l’inviato FIFA e vari ospiti speciali. Tenuto per la prima volta 72° Congresso gli enti che governano il calcio e poi ci sono i momenti rilassanti in cui ex nazionali giocano amichevoli contro la capolista.

In questo spettacolo il protagonista è rilassato e aperto a rilasciare interviste. E l’ex centro lo ha fatto davanti alla telecamera. Giornalista Pablo Gimenez Scattò una foto dell’italiano mentre era seduto e scrisse un messaggio sul cellulare. Il tatuaggio vicino al ginocchio destro è una fedele manifestazione dell’amore che nutre per la squadra azzurra.

Foto che entusiasmano i fan del Boca Juniors (@pablojimenez79)

È un sigillo con un emblema Boca Juniors. Dopo Rekondo Gastonregistratore di segnali TyC Sport, gli si avvicinò e gli chiese se poteva mostrarmi il tatuaggio. “bocca gonfia”, ha detto soddisfatto l’ex calciatore. È successo dopo aver segnato un rigore per la squadra del presidente della FIFA, Giani Infantino.

Foto e video si sono diffusi a macchia d’olio e i fan del Boca Juniors hanno festeggiato come i campioni del mondo e le figure del calcio italiano si sentono per i loro colori. Qualche anno fa il suo Materazzi Ha ammesso che avrebbe giocato gratuitamente al club.

Materazzi il giorno in cui visitò La Bombonera
Materazzi il giorno in cui visitò La Bombonera

In un’intervista a TNT SportIl 48enne ex difensore centrale ammette la sua intenzione di calpestare l’erba Bombonera come professionista. Durante il dialogo, prende l’esempio del suo ex compagno azzurraDaniele De Rossi: “Va a fare esperienze con il cuore, è più facile smettere di giocare ma va ad avere forti emozioni“.

Nella stessa nota ha confessato: “Quando l’ho visto con la maglia del Boca, alla Bombonera, un po’ mi sono pentita. Perché posso giocare al Boca, segretamente andrò gratis. È il mio sogno e l’esperienza che uno deve avere nella loro vita“. Anche se ha riflettuto e ha ammesso di essere “troppo tardi” e nessuno lo aveva chiamato nemmeno dall’Argentina.

In famiglia MaterazziMarco non è l’unico “tifosi” da Xeneize. Così è suo figlio, con il quale ha visitato Alberto J. Armando. “Mio figlio è un tifoso del Boca. Ho avuto l’opportunità di frequentare il Superclásico di Bombonera, dove purtroppo il risultato finale è sfavorevole; ma è una delle migliori emozioni della mia vita. Forse quello che mi manca è interpretare quello stile di gioco”.

CONTINUA A LEGGERE

24 frasi di Lionel Scaloni prima del sorteggio dei Mondiali: richieste speciali per De Paul, colloqui con Messi e possibili sorprese in lista
Sorteggio per i Mondiali del Qatar 2022: perché la squadra argentina dovrebbe essere nel Gruppo B

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.