niente Mondiali in televisione, niente stelle in piscina

È ancora ironico, ma gli stagni spagnoli soffrono di una tremenda siccità. Esso coppa del mondo di nuoto che si terrà a Budapest, uno dei maggiori eventi sportivi del 2022, non si vede in televisione in Spagna perché nessuna catena (Compreso RTVEente pubblico, che tradizionalmente scommette su questo sport) ha raggiunto un accordo con la FINA per trasmetterlo.

è un fatto: senza copertura televisiva, lo sport langue. La capacità di una competizione di penetrare nell’immaginario collettivo dipende molto dal fatto che possa intrufolarsi negli schermi dei fan, poiché un numero crescente di appassionati di sport come rigache è stato trasmesso in diretta, o l’autunno pallacanestro o motociclo quando scommettono piattaforma di pagamento.

Senza interesse da parte del pubblico, non c’è interesse da parte dei marchi a farsi pubblicità e lasciare soldi agli sponsor, il che a sua volta mina le possibilità di raggiungere la televisione … merlano che si morde la coda.

Ma non tutti possono essere accusati della presenza o dell’assenza della televisione. In effetti, era sia una causa che una conseguenza del crimine più grande di cui era accusato nel nuoto spagnolo: niente fuori dalla serie.

Dopo l’esplosione Miria Belmonte (che non è a Budapest), sono pochi i concorrenti garantiti contro la spinta dei nuotatori americani, australiani, italiani o giapponesi, che sono gli attuali re dell’acqua. Insieme a Caeleb Dressel uno di Kristof Milak come un grande personaggio maschile e Katie Ledecky come l’immortale imperatrice, la bandiera a stelle e strisce era la grande dominatrice: in soli quattro giorni di gara avevano ottenuto venti medaglie.

(più) opzioni di lingua spagnola

La Spagna, invece, riterrà positivo raggiungere almeno una finale nel girone. Delle otto rappresentative della Spagna in questa Coppa del Mondo, l’unica con una vera scelta è Hugo González de Oliveiraimmatricolata nei 50 dorso, 100 dorso (dove è stato battuto il record mondiale, gli italiani Tommaso Cecon), 200 resi, 200 stili, 4×100 stili. Raggiungere il podio per lo spagnolo sarà una pietra miliare.

Se il nuoto è complicato, il nuoto artistico non è meno complicato. Iris Tio guidano la nazionale, e senza la Russia (veto) possono ancora graffiare qualcosa, sia con la squadra che con duetti e assoli.

La scelta più grande è stata nella pallanuoto, sia femminile che maschile, che in entrambi i casi si sono classificate seconde in Gwanju 2019 e inizia come due grandi rivali da battere.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.