Nuove misure per l’elettricità: Alle 19:00 annuncio di Mitsotakis pengumuman

Oggi, giovedì, alle 19:00, il primo ministro Kyriakos Mitsotakis annuncerà il nuovo pacchetto del governo di sostegno ai consumatori per la bolletta dell’elettricità e la crisi energetica, come annunciato dal Palazzo Maximos.

Domani venerdì, alle 8.30 presso la Segreteria Generale dell’Informazione e della Comunicazione, il Ministro delle Finanze Christos Staikouras, il Ministro dell’Ambiente e dell’Energia Costas Skrekas, il Vice Ministro delle Finanze Theodoros Skylakakis e il Segretario Generale del Segretario Generale dell’Energia Alexandra sdoukou.

La presentazione sarà moderata dal Vice Portavoce del Governo Aristotele Peloni.

“Dopo aver attraversato numerosi incontri, è stata formulata la proposta definitiva di intervento sul tema dei prezzi dell’energia elettrica”, ha detto una fonte governativa a proposito del piano nazionale di riduzione dei prezzi dell’energia elettrica.

Ne parla la stessa fonte disegno realistico-orizzontale che riguarderà tutti i consumatori, indipendentemente dai criteri di reddito, e un’assistenza estesa per coprire le famiglie con più di 300 kilowattora e il sostegno a tutte le imprese, con particolare attenzione alle piccole e medie imprese.

Lo scenario applicabile richiede l’implementazione di un meccanismo di supporto con Giugno.

Il primo ministro dovrebbe anche convocare un dibattito in Parlamento sulle questioni energetiche non appena tornerà da un viaggio negli Stati Uniti il ​​18 maggio.

Hatzidakis: Il calo dei prezzi dell’elettricità è certo

SU prezzo dell’elettricità ci deve essere de-escalation, non c’è dubbio, con fermezza in una dichiarazione al ministro del Lavoro dello SKAI Kostis Hatzidakis. Ha sottolineato che, oltre alle misure finora intraprese con le sovvenzioni del Fondo Inquinamento e le sovvenzioni dirette del PPC, ci sarà un intervento più ampio a livello statale per mitigare gli effetti dell’aumento tariffario.

“Questa attività è oggettivamente difficile”, ammette. È possibile utilizzare risorse europee, ad esempio dai fondi di prestito del Recovery Fund che non sono stati utilizzati.

Ci aspettiamo un intervento drastico dall’Ue, l’Ue non si muove con la velocità e l’efficienza che tutti vorremmo, ed è per questo che ci muoveremo a livello nazionale”, ha spiegato e ha aggiunto che per finanziare le misure di sostegno è meglio prendere soldi da Bruxelles che prendere dal budget.country.

«Per quanto sia sbagliato sottovalutare il problema, perché le tariffe sono dure, e ovviamente c’è una reazione da parte di famiglie e imprese, la stessa di far entrare vari maghi e maghi e dire che a differenza di quanto accaduto in Italia, «in In Spagna, in Portogallo, dove -dove in Europa, qui in Grecia, le persone qui in Grecia hanno una soluzione magica per sbarazzarsi del problema con le spugne”, è stato il commento del ministro sulla posizione dell’opposizione su questo tema.

Il signor Hatzidakis ha anche affermato di aspettarsi una riduzione dell’escalation in prezzi di prodotti e servizi. Se ciò non accade di nuovo, il governo ha armi speciali, ha detto. . Questo metodo sarà ovviamente seguito, e deve essere seguito. Il governo ha meccanismi per monitorare i confronti, imporre sanzioni e pubblicare i nomi. Coloro che compiono magie saranno nominati, questo è stato scelto”.

Leggi anche:

Tsipras lancia il “cracker” di comunicazione e Mitsotakis lo distrugge

Gli emendamenti all’imposizione di un tetto al prezzo al dettaglio dell’energia, propongono un Movimento per il Cambiamento

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.