“Posso giocare all’Estudiantes”, campione del mondo che vuole giocare al Pincha




“Voglio giocare al Boca e al River, in entrambi, ma voglio viverlo di più da spettatore”, ha detto Christian Karembeu prima di dichiarare la sua preferenza per la squadra di La Plata.


Gli studenti aggiungono un altro fan. E questa volta non uno di più, perché Karimbeu Cristiano, campione del mondo con la nazionale francese nel 1998 e due volte vincitore della Champions League con il Real Madrid ha espresso la sua preferenza per l’entità La Plata in modo molto chiaro grazie Juan Sebastian Veroncon il quale condivide un campus alla Sampdoria in Italia. Boca o River?… Pincha.

Anche se in primo luogo riflette sulla popolarità e sulla vocazione di Xeneize e Millionaire: “Voglio giocare al Boca e al River, in entrambi, ma voglio viverlo di più da spettatore. Mi hanno detto che La Bombonera era fantastica, volevo venire a vedere una grande partita”. originario della Nuova Caledonia, ma riferimenti nel re dello sport della Gallia, rivelano che i colori bianco e rosso gli furono lanciati dal suo attuale presidente dialogando con Radio supersportiva: “… avrei potuto giocare per l’Estudiantes de Verón. Ho sempre seguito quello che fa il presidente Verón e buona fortuna. Amo Estudiantes por Verón”.

In linea con ciò, l’ex centrocampista 51enne ha condiviso quali sensazioni lo hanno sfidato quando è stato in grado di alzare la Coppa del Mondo: “Quando ho giocato ai Mondiali, tutta la mia storia è stata sfoggiata. Ricordo che il mio sogno è mangiare le mele e percorro 14 chilometri ogni giorno per cercare il pane e poi condividerlo con i miei 18 fratelli”, per rivelare in seguito il suo primo incontro con il vincitore della Coppa del Mondo, Jorge Burruchaga: “La prima volta che ho incontrato un campione del mondo è stato a Burruchaga, in Francia. È stata un’ispirazione totale, perché l’ho appena visto sullo schermo e l’incontro è stato magico per me. È uno dei migliori centrocampisti del mondo, sa giocare con entrambi i piedi, sa fare passaggi ed è come Magic Johnson: guarda da una parte e tira dall’altra. Era Burruchaga, era magico”.

Poi, ha sventolato la bandiera e ha difeso Lionel Messi e lo ha elogiato: “Messi è più di un giocatore. In Francia dovremmo rispettare di più questo ragazzo, perché attrae le persone. Questo è molto importante. Non puoi mai fischiare a Messi, perché è fantastico. È stato un errore commesso dai tifosi, perché Messi ha sempre bisogno di affetto, e se il pubblico gli offre affetto, si distinguerà”.

Christian Karimbeu

E ha aggiunto sulla stella del Rosario: Messi al PSG dovrebbe essere nominato capogruppo. Messi è, se il PSG lo lascia guidare, guida e custodisce il gruppo, vincerà sempre. Lo vediamo così da 20 anni al Barcellona, ​​quindi non possiamo cambiarlo”.

Infine, Karembeu ha parlato dei regali del Real Madrid, ha evidenziato Karim Benzema e ha tracciato sorprendenti somiglianze tra gli assassini francesi e Kylian Mbappe con Burruchaga e Diego Armando Maradona:Benzema è il n. I 9 migliori nella storia del Real Madrid. Non è stato facile per lui, perché quando ha iniziato c’erano Morata, Higuain, Cristiano Ronaldo… Benzema e Mbappe nella squadra francese sono eccezionali. Quando li vedo suonare insieme, mi ricordano Burruchaga e Maradona”.

Karembeu

Pincha fanatico? scopri tutto Notizie dagli studenti di La Plata attraverso TyC Sport. Segui la nostra pagina su Facebook: studenti di TyC Sports. puoi farlo anche tu Registrati GRATIS e mostra preferenze di notifica nel tuo browser o scarica la nostra APP (disponibile all’indirizzo Androide & iOS).

Non perdere nulla

Ricevi le ultime notizie, quando sta suonando Estudiantes (La Plata) e altro ancora!


Questo potrebbe interessarti


Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.