Putin minaccia di vendicarsi “immediatamente” contro chiunque intervenga in Ucraina

La guerra in Ucraina infuria per il 63° giorno, con il presidente russo Vladimir Putin che dichiara che “tutti gli obiettivi saranno raggiunti”.

Intervenendo al Consiglio Legislativo di S. San Pietroburgo, ha sottolineato che “operazioni militari speciali” in Ucraina “garantiranno la sicurezza” del popolo del Donbas e della Crimea.

Ha inviato un avvertimento all’Occidente, dicendo che i piani per “strangolarci finanziariamente” erano falliti.

Putin ha aggiunto che qualsiasi Paese che tentasse di intervenire nel conflitto si vendicherebbe “rapidamente”. “Abbiamo preso tutte le decisioni al riguardo”, ha detto.

In precedenza, la Russia aveva imposto sanzioni a più di 200 parlamentari britannici ed ex parlamentari.

Dalla parte rivale, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che gli obiettivi della Russia sono andati ben oltre la guerra che ha condotto contro l’Ucraina il 24 febbraio.

“Alla fine, l’obiettivo della leadership russa non è solo quello di occupare il territorio ucraino, ma di dividere tutta l’Europa centrale e orientale e di attaccare la democrazia in tutto il mondo”, ha detto Zelensky in un sermone registrato. Piattaforme Telegram.

Nel “mondo libero” quasi tutti capiscono che l’invasione dell’Ucraina è stata solo l’inizio, ha affermato il sig. Zelensky.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.