Putin minaccia i sostenitori ucraini con un “fulmine”

Chiunque voglia intervenire dall’esterno e creare una minaccia strategica inaccettabile per la Russia dovrebbe sapere che la risposta è “veloce, veloce”. Questo è ciò che Putin ha detto mercoledì a St. Pietroburgo.

“Abbiamo tutti gli strumenti per questo”, ha detto il capo del Cremlino in una riunione di alti funzionari. “E non ci stiamo vantando. Lo useremo quando sarà necessario. E voglio che tutti lo sappiano”. Le decisioni necessarie sono state prese. L’Occidente vuole dividere la Russia in parti, ha detto Putin. Inoltre, l’Occidente ha spinto l’Ucraina in conflitto con la Russia.

“Operazioni militari speciali” in Ucraina e nel Donbass, come ha chiamato la guerra, avrebbero raggiunto tutti i suoi obiettivi, ha sottolineato. Il leader del Cremlino ha anche lanciato l’allerta sulle armi nucleari del Paese come monito alla NATO.

Nonostante le cupe previsioni: le sanzioni sono fallite

Allo stesso tempo, Putin ha dichiarato un fallimento gli sforzi occidentali per strangolare l’economia russa con sanzioni. Il rublo, il sistema bancario, il settore dei trasporti e l’economia in generale hanno resistito alle sanzioni occidentali, sostiene Putin.

Tuttavia, secondo i documenti visti da Reuters, il ministero dell’Economia di Mosca prevede che il potere economico della Russia diminuirà dell’8,8% quest’anno. In condizioni sfavorevoli, il ministero non ha escluso la possibilità di un calo del prodotto interno lordo del 12,4 per cento.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.