Quali azioni sono state intraprese da Spagna, Italia e sono allo studio in Grecia?

In sostanza si tratta dell’introduzione del cutter in modo che la temperatura del condizionatore non abbia una grande differenza dalla temperatura ambiente per consumare meno energia.

In effetti, Kyriakos Mitsotakis, in una discussione davanti alla telecamera che ha avuto al palazzo presidenziale con la presidente repubblicana Katerina Sakellaropoulou questo pomeriggio, ha fotografato un atto del genere dicendo in modo caratteristico: “Dato che tutti dovrebbero sostenere questo sforzo collettivo, presenteremo anche un piano di austerità. energia nel suo insieme Perché c’è ancora molta strada da fare in questa direzione, che si parli di edifici pubblici o di abitazioni private. Con piccoli cambiamenti nei nostri comportamenti possiamo risparmiare energia, risparmiare denaro, facilitare gli sforzi del Paese per ridurre il suo impronta energetica. È una politica che avvantaggia solo e per la sua attuazione il governo presenterà presto un piano specifico e coerente”.

La Spagna incoraggia il telelavoro dei dipendenti pubblici per limitare il consumo di aria condizionata negli edifici pubblici, mentre secondo il “piano di efficienza energetica”, pubblicato oggi, giovedì (25/5) sulla Gazzetta del Governo, è fissato un limite di temperatura massima per l’aria condizionata funzionamento per l’estate e l’inverno. Quindi il termostato dell’aria condizionata negli edifici pubblici in Spagna non potrà superare i 27 gradi Celsius in questa stagione, mentre in inverno il termostato non dovrebbe superare i 19 gradi Celsius.

Queste misure saranno attuate “ove tecnicamente fattibile”, afferma il documento del governo. I dipendenti pubblici potranno “lavorare tre giorni da casa e due giorni in presenza fisica”, ha sottolineato il ministro della Pubblica Amministrazione Maria Jesus Montero, chiarendo che le misure saranno attuate “presto”, come riportato da APE-MPE.

In Italia, il “Termostato di funzionamento”, come viene chiamato dai media italiani, prevede che l’aria condizionata negli edifici pubblici, comprese scuole ed edifici governativi, ministeri, ecc., non possa essere impostata al di sotto dei 27 gradi Celsius durante i mesi estivi. In inverno, l’impianto di riscaldamento non dovrebbe riscaldare l’edificio oltre i 19 gradi, anche se in circostanze speciali saranno consentiti 2 gradi in più.

I trasgressori sono soggetti a sanzioni da 500 a 3.000 euro. Abbassando il grado di climatizzazione, il governo italiano intende risparmiare quest’anno 4 miliardi di metri cubi di gas. Le misure sono entrate in vigore il 1 maggio e dureranno fino ad aprile 2023.

Le notizie di oggi

Anche Hurriyet non è stato convinto da Erdogan – “Inni” a Mitsotakis, “laureati di Harvard divinizzati al Congresso” [βίντεο]

Rainer di 6 anni trovato in Norvegia – Cosa dicono le informazioni?

Fratello: Questo è il giocatore sospettato di stupro a Rodi

Pireo: Capitano sconvolto nel vedere annegare un bambino di 5 anni – “Il bambino non sa nuotare, ho visto solo le sue manine” [βίντεο]

Lettera greca all’Onu sulla Turchia – Distruggi una per una le pretese di Ankara sulle isole

Massacro in Texas: testimonianza residente della tragedia – Cosa dicono i cittadini sul possesso di armi

Marino Esposito

"Guru del cibo. Tipico evangelista dell'alcol. Esperto di musica. Aspirante sostenitore di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.