Rovine del teatro Mariupol, immagini strazianti e rilievi italiani

Lo shock e il disgusto causati dalle immagini che appaiono ogni giorno di Mariupol sono ancora martellati dalla Russia.

Mariupol con alcuni espatriati greci non ha alcuna somiglianza con la città 23 giorni prima dell’invasione russa.

È una delle zone più colpite dell’Ucraina, con scontri e bombardamenti che continuano per tutto il giorno.

Più precisamente, mercoledì scorso è stato seminato il panico Bombardamento russo del teatro Mariupol, dove centinaia di ucraini si sono rifugiati dall’inizio della guerra per sfuggire all’attacco.

130 persone sono state estratte vive dalle macerie del teatro, mentre il numero delle persone che hanno perso la vita rimane sconosciuto.

L’Italia aiuterà a ricostruire

L’Italia sarà uno dei primi Paesi a intraprendere la ricostruzione del teatro Mariupol dopo i crimini della Russia, notizia confermata dall’annuncio di Dario Francescini tramite il suo account Twitter:

“L’Italia è pronta a ricostruire il teatro Mariupol. Il Consiglio dei Ministri ha approvato la mia proposta di fornire all’Ucraina le risorse ei mezzi per la ricostruzione al più presto. Il teatro di tutti i Paesi è di tutta l’umanità”

Zelenski ha poi reagito per proprio conto sull’iniziativa della buona volontà e dei buoni rapporti tra le due nazioni ritwittando immediatamente la carica ministeriale italiana.

Nella sua risposta ha dichiarato: “Grazie. Hai dato un buon esempio da seguire. Insieme ricostruiremo il Paese fino all’ultimo mattone”

Fonte: skai.gr

Segui Skai.gr su Google News
ed essere il primo a conoscere tutte le novità

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.