Serie A News: Ritorno in vetta all’Europa: Vlahovic pronto a sanare le ferite di Ronaldo alla Juve | notizie di calcio

Con Dusan Vlahovic, la Juventus ha realizzato i migliori trasferimenti dell’inverno finora. Per la vecchia, il serbo era la speranza della gloria perduta sul palcoscenico europeo, a cui nemmeno Cristiano Ronaldo è riuscito a restituire.

La Juventus ha pagato 70 milioni di euro per i servizi di Dusan Vlahovic. In caso di successo, l’importo potrebbe aumentare fino a oltre 80 milioni di euro. Un prezzo che la Juventus sarebbe sicuramente felice di pagare. Ciò significava che la vecchia signora poteva almeno giocare qualcosa su cui poter contare al tavolo oa livello europeo.

Non è successo in passato. L’Inter è riuscita a cambiare la guardia dopo che nove volte di fila aveva vinto la Juve la scorsa stagione. In questa stagione, il Torino è a una partita di distanza dopo 23 partite dall’Inter di undici punti. E in Champions League, i vincitori del 1995/96 non hanno avuto un ruolo molto importante dalla sconfitta nella finale del 2016/17. Da allora è finita due volte ai quarti di finale, due volte anche negli ottavi di finale.

Ronaldo non ha portato il successo sperato

Anche Cristiano Ronaldo non ha potuto aiutare l’Italia a fare il passo successivo sulla scena europea. Nonostante il suo impressionante conteggio di 101 gol in 134 partite ufficiali, la Juventus non è riuscita a posizionare Ronaldo tra i migliori contendenti al titolo di Champions League.

Utilizza il browser Chrome per utilizzare il nostro lettore video con prestazioni ottimali!

Dusan Vlahovic si trasferisce alla Juventus. Il club ha annunciato il trasferimento con un video impressionante. Fonte: Juventus Torino (durata video: 33 secondi).

Le ragioni di ciò tendono a variare. Uno di questi potrebbe essere lo stesso Ronaldo, di cui la leggenda della Juve Gianluigi Buffon ha detto a dicembre: “Quando sono tornato ho lavorato bene con Cristiano per due anni. Ma penso che la Juventus abbia perso il DNA di squadra”. La Juve non lavora come un’unità sotto CR7, secondo i campioni del mondo 2006. Quindi i gol non sono un problema, ma interpersonali e tutto il clamore sui calciatori del mondo raddoppia.

Che un giocatore della qualità e della carriera di Cristiano Ronaldo rovini la struttura della squadra quando entra in un club non sorprende. Tutti sembravano troppo concentrati sul portoghese che sul club stesso.

Vlahovic – attaccante classico

Con Dusan Vlahovic, la Juventus è andata più a fondo nel cassetto del glamour, ma ha comunque promesso un vero marcatore. Sarà anche a fuoco semplicemente per il suo prezzo. In più c’è la maglia numero sette che ha ereditato da Ronaldo. Deve curare le ferite lasciate da Ronaldo il prima possibile.

Il 22enne è quasi una generazione più giovane di Ronaldo, è ancora malleabile e potrebbe non avere l’atteggiamento del 36enne. Pertanto, la probabilità che Vlahovic rovini la struttura della squadra è significativamente inferiore rispetto a CR7. Ma ci sono buone probabilità che con le qualità di Vlahovic nessuno possa parlare di Ronaldo a Torino.

Il 22enne garantisce gol, anche se rimane in gran parte sconosciuto a livello internazionale. La giocosità di Vlahovic potrebbe aiutare rapidamente la Juventus nella sua situazione attuale. Il nazionale serbo è un classico attaccante che la Juventus può sicuramente utilizzare. Ha impressionato con un buon gioco di posizione, era forte in aria e molto calmo sotto la porta. Insieme a questo c’è la sua buona tecnica e una buona panoramica.

Questo rende anche l’attaccante alto 1,90 metri un fattore importante nella preparazione del gioco e nel contropiede. Fa più affidamento sul giocare bene con i suoi compagni di squadra che su Ronaldo, il che può aiutare a strutturare la squadra.

L’attacco della Juve non merita di essere chiamato attacco

Probabilmente uno dei vantaggi più importanti che Vlahovic porta è il fatto che non deve più abituarsi alla Serie A. Da oltre un anno li tira corti e piccoli. Durante la sua permanenza alla Fiorentina, ha dimostrato di poter esprimere le sue migliori prestazioni su terreni difficili in una rosa di qualità molto inferiore. Solo in questa stagione ha segnato 17 gol in 21 partite. Complessivamente, ha segnato 44 gol in 98 partite di Serie A, a soli 22 anni.

Quei gol dovrebbero aiutare la Juve a uscire dalla propria miseria il prima possibile. Con appena 34 gol in 23 partite, l’attuale attacco della Juve non merita di essere chiamato attacco viste le sue stesse aspettative. Questo è il punteggio peggiore tra i primi 9 in Italia. I gol di Paulo Dybala (sette in 17 partite di campionato) e Alvaro Morata (5/22) sono innocui come quelli dell’attaccante Moise Kean, che non è stato all’altezza delle aspettative (17/3). Il vuoto lasciato dalla garanzia del gol di Ronaldo esiste ancora.

Riuscirà la Juve a ritrovare il DNA della squadra?

Vlahovic ha accennato a un posto regolare immediato. Se anche solo si avvicina alla forma che ha messo a Firenze, Kean e Morata, che sono disposti ad andare avanti, non saranno per lui un serio rivale.

Il suo sinistro potrebbe iniziare la sua missione a Torino domenica prossima contro l’Hellas Verona. I bianconeri sperano che questa sia un’epoca in cui metta subito il suo nome sui sette di Ronaldo e riporti la Juventus tra i grandi dello sport. I presupposti ci sono, manca solo il DNA pre-Ronaldo, che manca Buffon, grande leggenda dei portieri bianconeri.

Maggiori informazioni sull’autore su skysport.de

Tutto sulla UEFA Champions League su skysport.de:

Tutte le notizie e le informazioni sulla UEFA Champions League
Lista delle partite della UEFA Champions League
Risultati UEFA Champions League
Classifica UEFA Champions League
Video della UEFA Champions League
Live ticker per la UEFA Champions League

Tutte le altre notizie importanti dal mondo dello sport le trovate in News Update.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.