Solo applicazioni digitali da quest’anno per il Programma “Ristrutturazione e…

A partire da quest’anno, le domande dei produttori per il programma “Ristrutturazione e riconversione del vigneto” saranno presentate solo in formato digitale, con il termine di presentazione fissato da lunedì 16 maggio a lunedì 13 giugno.

In una dichiarazione all’agenzia di stampa Atene-Macedone, il viceministro per lo sviluppo rurale e l’alimentazione, George Stylios, ha affermato che “con il funzionamento di questo servizio digitale, stiamo semplificando il processo di presentazione delle domande per i programmi da parte dei produttori. Allo stesso tempo tempo è possibile pompare statistiche dai ministeri, è utile per la formulazione della nostra strategia in ogni ramo del settore primario”.

Ha fatto un esempio: “Questo è un altro passo verso l’attuazione della modernizzazione organizzativa e della trasformazione digitale della struttura operativa del ministero, al fine di offrire ai produttori e agli imprenditori del settore primario un servizio facile, veloce e completamente trasparente”.

Vantaggi per i produttori

Con il nuovo servizio digitale, i produttori hanno la possibilità di essere avvisati immediatamente e di apportare eventuali correzioni ai propri dati di conservazione della viticoltura, come la correzione dei propri dati nel Registro Viticolo, o l’aggiornamento del loro corretto status di “enologo”. ” o come “vino” “, ecc. dopo due verifiche iniziali, al fine di presentare domanda. Inoltre, non vi è alcun addebito e non vengono presi ulteriori provvedimenti, nei casi in cui la domanda non venga accolta.

Il produttore, infine, è facilitato nella selezione dei vigneti da inserire e potrà correggere/aggiornare i propri dati nel Registro Viticolo, in collaborazione con il competente dipartimento di Economia Agraria e Medicina Veterinaria (DAOK) fino alla data finale del presentazione delle domande per il programma, nonché per rendere desiderate le altre modifiche necessarie, come la richiesta di inclusione di parte della superficie vitata, ecc.

Quante cure?

Si segnala che, dall’attuazione del programma, negli anni precedenti risulta che vengono presentate circa 1.000 domande all’anno, che equivalgono a circa 8.000 ettari.

Indicazioni per il 2019-2020:

* Sono state presentate 1.050 domande corrispondenti a 7.500 ettari

* 951 domande corrispondenti a 6.785 ettari sono state approvate da audit amministrativi

* dopo il sopralluogo di preadesione, sono stati definitivamente classificati 892 corrispondenti a 6.076 ettari.

Vantaggi per gli enti autorizzati

Oltre ai produttori, i servizi digitali sono vantaggiosi anche per gli organismi di regolamentazione, come DAOK, che semplificano l’esercizio del controllo amministrativo sulle applicazioni liberandoli dall’esercizio del controllo per determinare quali applicazioni non possono essere valutate. così come le restrizioni sulle domande presentate per il programma.

È anche possibile nel dipartimento Ampelos Oinou & AP della Direzione per l’utilizzo e la tecnologia alimentare, l’esportazione computerizzata di file, le domande presentate, dall’unità regionale, tutti gli elementi della domanda, essere in grado di monitorare e controllare il programma, limitando il file scambio con DAOK. . e garantire la corretta registrazione dei dettagli della domanda originale.

È possibile esportare dati statistici e analizzare ulteriormente e trarre conclusioni, sia per ciascuna unità regionale che per l’intero Paese, dall’elaborazione delle pratiche presentate e dall’utilizzo dei dati della Lista Viticoltura.

Processi

Al momento della presentazione di una domanda tramite un servizio digitale e per poter presentare una domanda da parte di un produttore, saranno effettuati due controlli obbligatori:

a) controllo dell’iscrizione dei produttori richiedenti all’Albo Viticolo

b) verifica della corretta presentazione delle dichiarazioni di vendemmia dei due anni precedenti la domanda di adesione

In caso di esito negativo non sarà possibile presentare domanda. Successivamente appariranno gli appezzamenti di vigneto del produttore, tramite l’interfaccia con l’Elenco Viticoltura, che consentirà di richiedere l’adesione ei produttori avranno la possibilità di confermare i propri dati o apportare eventuali modifiche.

Infine, il produttore potrà inviare i documenti necessari per la conferma dei dati anagrafici, i documenti richiesti sullo stato di proprietà, ecc.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.