Solo proteste: la riunione del G7 nel Mar Baltico sta volgendo al termine

La riunione dei ministri degli esteri del G7 nel Mar Baltico si è conclusa senza ulteriori proteste.

Wangel – Riunione dei ministri degli esteri del G7 mare Baltico terminò senza ulteriori proteste.

Il segretario di Stato Annalena Baerbock (41, verde) parla durante il vertice del G7 nel Mar Baltico. © Marco Brandt/dpa

La situazione è stata pacifica fino alla fine, ha detto sabato un portavoce della polizia.

Durante i tre giorni dell’incontro, c’è stata una sola protesta. Venerdì mattina, attivisti dell’organizzazione ambientalista Greenpeace hanno manifestato con striscioni su una spiaggia vicino alla sede della conferenza per la rapida indipendenza dei paesi del G7 dai combustibili fossili.

Il ministro degli Esteri Annalena Baerbock (41, Verde) e i suoi colleghi del gruppo dirigente delle nazioni democratiche industrializzate (G7) si incontrano da giovedì a sabato.

Bassa marea nel Mar Baltico!  La tempesta spinge l'acqua dalla riva
mare Baltico
Bassa marea nel Mar Baltico! La tempesta spinge l’acqua dalla riva

Nel frattempo, ci sono restrizioni per residenti e turisti nei resort di Wangels. L’area è stata chiusa in una vasta area e anche strade e parti della baia di Hohwachter sono state chiuse. Secondo la polizia, sopra sono stati schierati fino a 3.500 agenti.

La Germania è attualmente presidente del G7. Oltre alla Repubblica Federale, il gruppo comprende i paesi NATO di Stati Uniti, Canada, Francia, Regno Unito e Italia, oltre al Giappone.

Il momento clou è stato un vertice presieduto dal cancelliere Olaf Scholz (63, SPD) dal 26 al 28 giugno al castello di Elmau in Baviera.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.