Ucraina: la nuova comunicazione di Draghi – Zelensky e Putin – Nehamer

La fermentazione diplomatica per l’Ucraina si è intensificata con l’attivazione del fattore europeo. In questo contesto, venerdì il primo ministro italiano Mario Draghi ha avuto un nuovo colloquio telefonico con il presidente dell’Ucraina venerdì. Volodymyr Zelenskyche ha ammesso di aver dovuto negoziare con Vladimir Putin, mentre il cancelliere austriaco Carl Nehammer ha contattato il presidente russo.

Anche Ucraina, energia, sicurezza alimentare e difesa sono all’ordine del giorno. al Consiglio d’Europa il 30-31 maggio a Bruxelles.

Il primo punto all’ordine del giorno del Consiglio d’Europa è la situazione in Ucraina. Presidente ucraino terrà una teleconferenza ai leader europei all’inizio del dibattito.

Contatta Draghi – Zelensky

Come noto dalla presidenza del governo italiano, il colloquio si è incentrato sugli ultimi sviluppi sul campo di battaglia in Ucraina, con particolare riferimento alle regioni orientali del Paese. QUELLO Mario Draghi ha ribadito il sostegno del Governo italiano in Ucraina, in coordinamento con il resto dell’Unione Europea.

Allo stesso tempo, è stata discussa la prospettiva di sbloccare le esportazioni di grano dell’Ucraina per affrontare la crisi alimentare che minaccia i paesi più poveri del mondo. Il presidente ucraino ha infine ringraziato il governo italiano per il sostegno e ha concordato con il presidente del Consiglio italiano di proseguire i colloqui, valutando possibili soluzioni.

Comunicazione Nehamer-Putin

Le accuse della Russia contro la Russia di una crisi globale dell’approvvigionamento di grano per il suo attacco all’Ucraina sono “prive di fondamento”, ha affermato il presidente russo. Vladimir Putin in una conversazione telefonica con il cancelliere austriaco Carl Nehammer.

Secondo la dichiarazione del Cremlino, Putin “ha sottolineato che i tentativi di ritenere la Russia responsabile delle difficoltà nel fornire prodotti agricoli ai mercati internazionali sono infondati”. Il presidente russo ha ribadito che la causa della crisi alimentare sono state “le sanzioni antirusse americane ed europee”.

Martedì, Putin ha detto al primo ministro italiano Mario Draghi che la Russia è pronta ad aiutare a “risolvere la crisi alimentare” esportando cereali e fertilizzanti, a condizione che l’Occidente abbia revocato le sanzioni “politicamente motivate”.

Parlando con Nehamer, Putin ha anche invitato l’Ucraina “a domare i porti il ​​prima possibile per consentire il passaggio delle navi arenate”, secondo una dichiarazione del Cremlino.

Secondo il direttore del Centro di gestione della difesa nazionale russo, Mikhail Mizinchev, le truppe russe aprono due rotte marittime ogni giorno, dalle 8.00 alle 19.00 per consentire alle navi di lasciare i porti di Mariupol (in Azov) e Hersho. , Mykolaif, Tsornomorsk, Otsakiv e Odessa (sul Mar Nero).

Nel frattempo, il cancelliere austriaco ha affermato che Putin ha fatto segno di essere pronto a consentire l’esportazione di prodotti agricoli ucraini dai porti, in coordinamento con le Nazioni Unite.

“Per quanto riguarda i prigionieri di guerra, il presidente Putin si è detto pronto ad intensificare i negoziati con l’Ucraina per fare progressi”, ha affermato, aggiungendo che “la Croce Rossa ha bisogno di accesso ai prigionieri di guerra”.

Intanto il Cancelliere d’Austria Carl Nehamer Ha detto oggi che il presidente russo Vladimir Putin gli aveva assicurato telefonicamente che i due leader avrebbero adempiuto ai loro obblighi di fornitura di gas.

Per quanto riguarda i prigionieri di guerra, il cancelliere austriaco ha affermato che Putin si era detto pronto a discutere di scambi di prigionieri di guerra con l’Ucraina.

Nehamer ha fatto le osservazioni parlando ai giornalisti dopo una conversazione telefonica di 45 minuti con Putin.

Fonte: -ΜΠΕ

Claudio Bellini

"Comunicatore. Studioso professionista del caffè. Fanatico della cultura pop esasperante e umile. Studente devoto. Amichevole drogato di social media."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.