Vogliamo essere leader nel sostenere le famiglie ceche contro la povertà energetica, hanno concordato i ministri Hubáčková e Jurečka


La Repubblica Ceca sta attualmente risolvendo molti problemi urgenti. Uno dei più urgenti è l’indipendenza energetica e la riduzione del consumo di combustibili fossili da fonti russe. Un altro è l’aumento dei prezzi dell’energia con il suo impatto sociale. Pertanto, il governo dovrebbe sostenere il risparmio energetico e le comunità socialmente svantaggiate, che sono le più colpite dai prezzi dell’energia. Inoltre, la riduzione dei combustibili fossili ha un effetto positivo non solo nella lotta al cambiamento climatico, ma anche nel miglioramento della qualità dell’aria. Anche l’avvio di progetti di rinnovamento energetico negli edifici è importante dal punto di vista della maggiore indipendenza delle famiglie dal consumo di gas naturale russo. Pertanto, il ministro dell’Ambiente Anna Hubáčková (per KDU-ČSL) e il ministro del lavoro e degli affari sociali Marian Jurečka (KDU-ČSL) di presentare misure comuni per affrontare la crisi energetica. Il Ministero dell’Ambiente prevede di ampliare l’offerta di sussidi per il risparmio energetico per le famiglie ceche attraverso passaggi rapidi e semplici nel nuovo programma NZÚ Light e di continuare a sostenere le fonti di energia rinnovabile e la trasformazione con un’enfasi sulla costruzione di fonti rinnovabili e comunità energetiche.

In una conferenza stampa congiunta oggi, il Ministero dell’Ambiente e il Ministero del Lavoro e degli Affari Sociali hanno presentato un progetto congiunto per sostenere la promozione dei sussidi alla cannabis per le famiglie a basso reddito.


“Il sostegno di sovvenzioni fino al 95% per la sostituzione non ecologica delle caldaie è una grande motivazione e un’opportunità per le famiglie a basso reddito di passare a fonti di efficienza energetica. Il nostro obiettivo è che questa buona notizia raggiunga le persone nel modo giusto, il più velocemente e il più vicino possibile. MLSA perché è p Ufficio del lavoro La Repubblica Ceca ha selezionato 12.000 candidati per le sovvenzioni. Più di 3mila. Abbiamo inviato messaggi di posta elettronica a molti di loro su un possibile scambio di caldaia, contatteremo gli altri tramite Ufficio del lavoro CR. Accompagneremo anche campagne mirate con roll-up e poster, collocati in 100 filiali in tutta la Repubblica Ceca, e ci impegneremo anche sui social network”, ha affermato il ministro del lavoro e degli affari sociali Marian Jurečka.

Oltre ai sussidi per le caldaie per le famiglie a basso reddito e all’offerta di sussidi per il risparmio energetico attraverso il New Green Savings o al sostegno energetico della comunità attraverso il Fondo per la modernizzazione, il Ministero dell’Ambiente prevede altri importanti passi per aumentare il risparmio energetico domestico.

Il ministro dell’Ambiente Anna Hubáčková ha spiegato: “Vogliamo motivare maggiormente i residenti ad attuare misure di austerità e, naturalmente, ci rendiamo conto che attualmente stiamo lottando con la disponibilità di professionisti. azienda. Pertanto, stiamo preparando un programma mirato a piccoli passi che non rientrano nel classico programma NZÚ. Immagina, ad esempio, l’isolamento del tetto o del terreno, l’isolamento di pareti perimetrali selezionate, la sostituzione di parti di finestre e porte. Il programma non deve raggiungere la piena capacità professionale e mirare con precisione alle famiglie, ad esempio ai pensionati di vecchiaia che, anche con un’alta percentuale di sussidi, non utilizzano le misure presso l’NSA e sono anche direttamente colpiti dalla povertà energetica. Nella call pilota prevediamo di stanziare circa 1 miliardo di corone, grazie alle quali potranno essere effettuati fino a 15.000 lavori di ristrutturazione parziale. “

La nuova NZÚ Light dovrà anche fungere da banca di supporto, finanziata dai proventi delle quote di emissione. Le famiglie a basso reddito, che non realizzeranno l’attuazione delle misure di risparmio energetico per mancanza di fondi per il prefinanziamento, offriranno la possibilità di pagamento ai fornitori per fatture non pagate, a seconda del tipo di azione pianificata.

Presentazione dalla scuola materna>


Dipartimento Stampa del Ministero dell’Ambiente
tel.: 267 122 818 o 267 122 534
e-mail: tiskove@mzp.cz

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.