Fiala ritiene necessario che le aziende ceche si impegnino nella ricostruzione dell’Ucraina

I cechi continueranno a sostenere l’Ucraina con forniture di equipaggiamento militare, riparazione di equipaggiamento militare e assistenza umanitaria, ha affermato Fiala. L’Ucraina è anche una delle priorità per la presidenza del Consiglio dell’Unione europea, che i cechi hanno assunto venerdì.

Secondo il premier, è necessario prepararsi alla ricostruzione postbellica dell’Ucraina anche prima della fine del conflitto, rendendo possibile l’immediato soccorso. “È importante che la Repubblica Ceca abbia l’opportunità di partecipare alla ricostruzione dell’Ucraina. Sarà anche un’opportunità per le società ceche e altre entità, faremo di tutto per garantire che le società ceche siano coinvolte”, ha aggiunto . .

Secondo Fiala, la ricostruzione del dopoguerra non è compito di un Paese o solo dell’Unione Europea, ma di tutti i protagonisti del mondo della democrazia, ad esempio Stati Uniti, Canada o Australia. “Dovrebbero essere coinvolte anche le grandi aziende e banche internazionali”, ha aggiunto.

“L’Ucraina stessa deve decidere come apparirà, quali saranno le priorità e le cose importanti”, ha affermato il primo ministro. Ritiene quindi importante che il primo ministro ucraino Denys Shmyhal, con il quale Fiala intende tenere incontri bilaterali, nonché il primo ministro lituano Ingrida imonytéová e il presidente svizzero Ignatius Cassis, partecipino alla conferenza di Lugano.

Dalle montagne al confine tra Svizzera e Italia, Fiala si sposterà martedì a Strasburgo, in Francia, dove mercoledì parlerà della presidenza nel suo discorso al Parlamento europeo.

Adriana Femia

"Evangelista zombi malvagio. Esperto di pancetta. Fanatico dell'alcol. Aspirante pensatore. Imprenditore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.