Il Bayern prova l’armatura del Villarreal | Sport

Albiol e Lewandowski, nello scontro a La Cerámica nell’andata dei quarti di finale di Champions League.CHRISTOF STACHE (AFP)

Giuseppe Bergomi, squadra dell’Inter Trapattoni che ha vinto due Coppe UEFA nel periodo d’oro del calcio italiano, è un altro tra i suoi connazionali che ha ammirato la “tattica” utilizzata da Unai Emery per contrastare il compagno di squadra Massimiliano Allegri nella fase a eliminazione diretta di Champions League contro la Juventus. Ha visitato La Cerámica per assistere all’andata dei quarti di finale 1-0 della scorsa settimana contro il Bayern, difensore centrale veterano catenacciaro rafforza la sua impressione: “Emery sarà un ottimo allenatore per la Serie A!”

Come chi non lo vorrebbe, il sottomarino giallo è stato trasformato in un veicolo anfibio, se non in un autobus. I colori della maglia del Villarreal non sono cambiati. Ma il carattere, il comportamento e lo stile della squadra che Emery guiderà questo martedì contro il Bayern all’Allianz Arena (21:00, Movistar Champions League) sono un po’ come la squadra che ha raggiunto le semifinali di Champions League nel 2006.

“Sono rimasto un po’ sorpreso da quanto fosse bassa la loro difesa”, ha osservato lunedì Julian Nagelsmann, l’allenatore bavarese, rievocando l’1-0 dell’andata. “In Lega non stanno così lontano. In Champions, sì. Contro la Juve ha abbassato molto anche la difesa. Quello che non mi aspettavo dalla squadra spagnola era che fossero così fisici, così intensi, così forti nell’aria e nei duelli”.

Se a volte il Villarreal è rimasto ultimo in classifica nel bombardamento di La Cerámica —22 tiri del Bayern contro 12 della squadra locale—, a Monaco la pioggia ha rischiato di far crollare la tripla. Sulla linea di fondo guidata da Pau Torres e Raúl Albiol, i peggiori avversari attendono nello scenario più inospitale. Con due titoli di Champions League, quattro finali e quattro semifinali, dal 2010 il risultante possesso palla e odds ratio mostra che il Bayern è stata la squadra che ha gareggiato di più per eccellenza. Vincere o perdere, ha sempre mostrato accuratezza ed efficienza inevitabili. Finché non ha colpito l’autobus di Emery.

L’1-0 di andata è qualcosa di straordinario. Non è stata solo la prima sconfitta stagionale del Bayern in Champions League. È stata la prima sconfitta fuori casa della squadra tedesca in 22 partite ed è stata il risultato di un’insolita interruzione del percorso di pressione e del circuito creativo. È bastato a provocare una puntura negli uffici e negli spogliatoi della Säbener Strasse, dove la dissonanza che esisteva da mesi tra la squadra e l’allenatore cominciava a affiorare a causa delle difficoltà.

“Non siamo in crisi!” Neuer ha detto prima che qualcuno accennasse a qualsiasi crisi questo lunedì durante la sua conferenza pre-partita. “Ci capiamo tutti perfettamente!”

Insieme in attacco e in difesa

È ironico che il Bayern, storicamente legato a una difesa difficile da quando è diventato Beckenbauer libertà, instabile a causa del contatto con il Villarreal in quanto non è riuscito a segnare un solo gol. Squadra di felici tradizioni, perfetti rappresentanti dell’intricato e audace calcio che caratterizza le scuole spagnole in questo secolo, il Villarreal sta subendo una mutazione che sposta il suo baricentro sull’asse posteriore, formando anche un 4-4- decisamente conservatore. 2, come in trasferta “Questa squadra è cresciuta adattandosi a quanto richiesto dai rivali da quando ha raggiunto la finale di Europa League la scorsa stagione”, spiega Emery. “Nel processo abbiamo trovato rivali a un livello collettivo e individuale più alto che ci chiedevano molto e in modi diversi”.

“Lo vediamo negli allenatori di maggior successo”, ha detto Emery, “le squadre competitive di oggi sono squadre che giocano insieme in attacco e in difesa. Il modo migliore per competere con le risorse che hai è il compatto, e questo Villarreal ha prosperato su questo”.

L’allenatore del Villarreal sembra resuscitare Thomas Tuchel, co-campione dell’ultima Champions League, famoso per aver scatenato l’ingegno offensivo per fortificarsi con cinque difensori e un doppio libro pivot. Nulla di straordinario per il Villarreal nell’andata contro il Bayern, rafforzato sulle fasce con Coquelin e Lo Celso, i due soliti centrocampisti difensivi, e con Parejo e Capoue nel doppio albero, a scapito dei giocatori più agili in attacco come Pino, Chukwueze, Trigueros o Pedraza.

“Dobbiamo affrontarla con naturalezza”, ha ammonito Emery, della partita che attende i suoi uomini in Germania, “nel senso di sapere che a volte difenderemo molto vicino, molto basso, molto vicino alla nostra area contro tanti rivali che lo faranno attaccaci. Dobbiamo cercare di rendere tutto questo prevedibile per noi e anche di poterci posizionare in campo per poterci muovere e prendere spazio con la palla”.

La formula del contropiede ha dato scarsi benefici in campionato, dove è settimo. Nell’ultimo mese, il Villarreal non è stato in grado di superare rivali più deboli, come Cadice, Levante, Osasuna o Athletic. Ma in Champions, contro grandi squadre e costrette dalla storia e dalla gerarchia dei giocatori, si crea confusione.

“Si difenderanno come hanno fatto contro la Juventus e contro di noi all’andata”, ha anticipato Nagelsmann. “Dobbiamo essere più ambiziosi e fare più pressione su di loro. Dobbiamo essere più intensi, con e senza palla, per impedire loro di giocare contro gente come Pau Torres, che ha dei piedi molto buoni”.

Il Villarreal è a un passo dal raggiungere la seconda semifinale della sua storia. Aveva il vantaggio di rete ed è andato a Monaco per proteggersi dall’attacco bavarese con la sua nuova armatura. Se il Bayern non vincerà i propri dubbi, il destino sarà nelle mani dei resistenti ospiti.

Puoi seguire EL PAÍS Sports su Facebook Voi Indonesiaoppure registrati qui per ricevere la nostra newsletter settimanale.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.