Il favorito della Colombia dopo il ritiro di Miguel López

Miguel Angelo Lopez vieni a Giro d’Italia 2022 nel mazzo preferito da indossare maglia rosa al termine della gara il 29 maggio a Verona. Il suo ritiro è stato più di una perdita importante per il livello della competizione, in quanto è stata la carta principale per difendere il titolo per la Colombia.

Privo di Egan Bernal e ora senza “Superman”, la corsa ciclistica nazionale è stata erosa perché il suo obiettivo di raggiungere almeno il podio in ‘corsa rosa’, perché ora ci sono cinque corridori rimasti in gara.

E la sfortuna della Colombia all’attuale Giro è iniziata pochi giorni prima con la conferma delle vittime di Jonathan Restrepo ed Esteban Chaves.che è stato chiamato ad esibirsi su diversi altri palchi di alta montagna, come ha fatto nell’edizione 2018 incoronando l’imponente vulcano Etna.

Guarda qui: Record favorevole: solo due colombiani si sono ritirati dal Giro d’Italia nella sua storia

Insiemen Il ritiro di López ora ci sono cinque ‘maggiolini’ in garama resta da capire chi di loro ha la vera possibilità di integrare la top 10 e magari di scalare una posizione sul podio.

È chiaro che lasciare il titolo al Giro d’Italia che Egan Bernal ha vinto lo scorso anno nel Paese è un pio desiderio. Bellissimi momenti di Simon Yates, Joao Almeida e persino Richard Carapazha suggerito che sarebbero stati nella posizione migliore per lottare per la vittoria finale, ma c’era ancora molta stoffa da tagliare.

Se guardiamo alla classifica generale, non è impossibile vedere la presenza di un colombiano tra i migliori in gara. In soli quattro giorni, Santiago Buitrago è il migliore di noi, classificato nel box 152 minuti e 18 secondi dietro il leader parziale Juan Pedro López. Segue da vicino Ivan Ramiro Sosache è al 22° posto, a 3 minuti e 05 secondi.

Guarda anche: La fortuna non era con lui: Miguel ngel López ha completato il suo quinto ritiro alla grande

Più indietro, e si potrebbe pensare che senza possibilità, c’erano Harold Tejada (39° alle 5:30), Diego Camargo (55 alle 10:20) e Fernando Gaviria (136 alle 30:25). Privo di La speranza è però riposta sul velocista di Antioquia di vincere una tappa in volata, che potrebbe essere la quinta, la sesta o, soprattutto, l’undicesima giornata.

Alta montagna: la chiusa del ‘maggiolino’ al Giro d’Italia

Nonostante sia troppo presto per fare pronostici su cosa accadrà con la classifica generale, già nella prima settimana si possono trarre alcune conclusioni e Interessante la vicinanza tra Buitrago e Sosa di fronte a quanto potrebbe essere successo la scorsa settimana.

Dalle frazioni da 15 a 20, i ciclisti attraverseranno alcuni dei porti di prima categoria che gli scalatori specializzati colombiani hanno sempre sperato. Infatti, nella prima cartina di tornasole dell’Etna allo stadio 4, Santiago Buitrago e Ivan Sosa se ne sono andati molto bene.

A parte quello: Astana decide il ritiro di “Superman” López dal Giro 2022

Anche se non sono finiti tra i primi 10 della classifica di tappa, hanno tagliato il traguardo insieme al gruppo di inseguitori e hanno capito che all’inizio della gara era rischioso fare più sforzi che potrebbero non essere necessari questo punto e sarebbero in grado di risparmiare energia per ciò che verrà. .

Iván Ramiro Sosa può essere danneggiato dal suo basso profilo, ma è uno di quei ciclisti che calcola cosa accadrà alla fine del Giro d’Italia e non sorprende che possa emergere tra i primi 10 e perché no, lottando per il podio. Inoltre, insieme allo storico Alejandro Valverde, Il corridore di Cundinamarca è il leader di Movistar ‘corsa rosa’ al momento.

Da gregario a Egan Bernal e Chris Froome in INEOS, Sosa è pronto a fare il salto e diventare il capo di una famosa squadra spagnola, o almeno essere al Giro.

Potrebbe interessarti: Giro d’Italia 2022: così vanno i ciclisti colombiani

Diego Camargo, quello ‘chiuso’?

Con Esteban Chaves fuori all’ultimo minutoDiego Camargo ha avuto l’opportunità di assumere un ruolo più importante per EF a ‘corsa rosa’ e come si comporta.

Pochi lo avevano nel mirino, ma la Vuelta de la Juventud e la Vuelta a Colombian champions 2020 hanno dimostrato che il suo momento era arrivato nell’élite e nella sua prima partecipazione al girone italiano è diventato sorprendentemente il miglior piazzato della Colombia nel box generale, occupando il massimo 15 .

Questo mercoledì si correrà solo la quinta tappa su un totale di 21 al Giro d’Italia. È molto affrettato fare pronostici su cosa accadrà il 29 maggio a Verona, ma la verità è che, per quanto possa sembrare difficile, in Colombia c’è qualcosa da sognare nella top 10 e mentre la speranza è viva, non bisogna escludere la presenza del ‘maggiolino’ sul podio.

Continuare a leggere: Giro d’Italia 2022: vedi classifica generale aggiornata dopo la tappa 4

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.