Live ticker – L’OMS si informa nuovamente sulle emergenze sanitarie

CHI: Non c’è spazio per l’autocompiacimento nella lotta contro il vaiolo delle scimmie

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) chiede ai governi e ai cittadini in Europa di intensificare i loro sforzi per combattere la diffusione del vaiolo delle scimmie nelle prossime settimane e mesi. Un’azione urgente e coordinata è essenziale se si vuole invertire la diffusione di questa malattia, ha affermato venerdì il direttore regionale dell’OMS per l’Europa Hans Kluge a Copenaghen. Non c’è spazio per l’autocompiacimento.

La regione europea, dove l’OMS conta 53 paesi e quindi molti paesi a est dell’Unione Europea, è quindi ancora l’epicentro dell’attuale focolaio. Quasi il 90 percento di tutti i casi confermati in laboratorio in tutto il mondo da metà maggio sono stati ricondotti alla regione. Un totale di 31 paesi e territori della regione hanno segnalato casi di vaiolo delle scimmie e il numero di casi confermati nella regione è triplicato a oltre 4.500 nelle ultime due settimane.

Secondo Kluge, l’OMS valuta ancora alto il rischio di vaiolo delle scimmie in Europa. Il 99% delle persone infette sono uomini e la maggior parte ha un’età compresa tra i 21 ei 40 anni, ma sono noti anche altri casi tra donne e bambini. Fortunatamente, non sono stati segnalati decessi, ha detto Kluge.

Federica Faugno

"Giocatore per tutta la vita. Fanatico di Bacon. Introverso appassionato. Praticante di Internet totale. Organizzatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.