A Berlino, Fiala vuole parlare con Scholz soprattutto di energia

Aggiornare: 05.05.2022 10:21
Rilasciato:

Praga – Nel corso della visita odierna a Berlino, il Primo Ministro Petr Fiala (ODS) vorrebbe parlare con il Cancelliere Olaf Scholz della possibilità di utilizzare il terminale tedesco di gas naturale liquefatto per le forniture che saranno a disposizione della Repubblica Ceca. Ha detto ai giornalisti prima di partire per la Germania che l’energia sarebbe stata l’argomento principale dell’incontro alla luce dell’aggressione russa in Ucraina. Ha in programma di negoziare con Scholz, ad esempio, per aumentare la capacità dell’oleodotto TAL (Transalpine Oil Pipeline) da Trieste, in Italia.

Come una settimana fa a Varsavia, Fiala vuole negoziare la possibilità di utilizzare un terminale di gas liquefatto tedesco per le forniture che saranno a disposizione della Repubblica Ceca. “Tornerò su ciò che il governo precedente aveva trascurato”, ha detto. Secondo Fiala, anche gli sforzi per diversificare le rotte di trasporto in termini di petrolio e gas sono legati alla garanzia della sufficienza energetica e della sicurezza energetica.

Voleva parlare con Scholz del gasdotto TAL. “Questa è fondamentalmente la chiave per sbarazzarci della nostra dipendenza dal petrolio russo il più rapidamente possibile e come vuole l’intera UE”, ha affermato. Secondo lui, la Repubblica ceca deve garantire che in caso di riduzione o cessazione dell’approvvigionamento dalla Russia, ci saranno materie prime sufficienti. “Siamo in grado di compensare la cessazione delle forniture petrolifere russe, a condizione che la capacità dell’oleodotto TAL aumenti. Se rimane al livello attuale, non può fluire abbastanza olio”, ha aggiunto.

La Commissione europea propone di vietare le importazioni di petrolio russo nell’UE entro la fine di quest’anno. Fiala ha dichiarato mercoledì che i cechi erano pronti a sostenere il divieto se avesse avuto un ritardo fino all’aumento della capacità dell’oleodotto che può trasportare petrolio nella Repubblica ceca.

Fiala descrive la Germania come un partner strategico chiave con cui i cechi hanno legami politici, economici e interpersonali. Durante le trattative, ha voluto sostenere un progetto di sviluppo chiamato la gigafactory della casa automobilistica Volkswagen per la produzione di batterie per auto, che la Repubblica Ceca aveva proposto. Secondo lui, Praga è anche molto interessata alla costruzione di una linea ferroviaria ad alta velocità tra le capitali.

A Berlino, Fiala vuole anche negoziare la gestione dell’afflusso di rifugiati dall’Ucraina, la solidarietà europea o la cooperazione di difesa tra la Repubblica Ceca e la Germania. “La cooperazione in materia di difesa assume una nuova dimensione nel contesto di ciò che sta accadendo in Ucraina”, ha affermato. Voleva anche parlare della possibilità di ulteriore assistenza all’Ucraina.

Diplomazia tedesca Fiala Scholz

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.