Aprilia crede: “Questa è la strada giusta” / MotoGP

Aprilia è finalmente arrivata in MotoGP. Dopo tanti anni difficili, nel 2022 il marchio italiano raccoglierà i frutti del duro lavoro di sviluppo. Il team manager Paolo Bonora conclude la prima parte di stagione.

“Dopo alcuni anni difficili, siamo molto contenti di essere riusciti a ottenere dei buoni risultati quest’anno”, ha dichiarato Paolo Bonora, team manager ad interim di Aprilia Racing, al round MotoGP di Assen. Con Aleix Espargaró e Maverick Vinales sono già sei i podi nelle prime undici gare dell’anno. Mentre Espargaró è stato costantemente al top durante tutto l’anno, il compagno di squadra Vinales ha gradualmente migliorato le sue capacità in campo. Ad Assen era terzo.

“Tutti in Aprilia Racing sono molto orgogliosi del risultato e del livello”, ha detto Bonora. “La motivazione dei nostri piloti è molto alta. Dopo tutto il grande sforzo, ora ci meritiamo questo risultato. Questa è la mia opinione personale”.

Il 32enne Espargaró è stato coinvolto nella corsa al titolo dall’inizio della stagione. Dopo il Dutch TT è a 21 punti dal leader del Mondiale Fabio Quartararo (Yamaha). Aprilia può lottare per il titolo fino alla fine? “Non voglio dire nulla al riguardo. Il mio modo di lavorare è di tenere i piedi per terra. Dobbiamo continuare a lavorare esattamente come facciamo da molti anni. È importante mantenere guardando di gara in gara», ha spiegato passo dopo passo l’italiano. «Non vogliamo pensare oltre. Questa è la strada giusta”.

“Dicono che se qualcosa funziona non cambiarla. Ma per essere realistici in un campionato come la MotoGP non ci si può riposare. Non c’è nemmeno una gara”, ha spiegato e poi ha aggiunto: “Stiamo ancora lavorando su il telaio e la messa a punto elettronica, ovviamente questo vale anche per le prestazioni del motore”.

“Il nostro obiettivo è dare più fiducia ai piloti. Prendiamo molto sul serio i commenti di Aleix e Maverick, con l’aiuto di Lorenzo Savadori abbiamo adottato diversi approcci alla risoluzione dei problemi della nostra moto”.

Bonoro ha proseguito: “Siamo molto soddisfatti dei progressi di Maverick. Sta migliorando in ogni gara. E Aleix ha fatto un lavoro straordinario. Dobbiamo continuare questo modo di lavorare fino alla fine”.

MotoGP Piloti World Championship dopo 11 Gran Premi su 20:

1. Quartararo 172 punti. 2 Aleix Espargaro 151 3 Zarco 114 4 Bagnaia 106 5 Bastianini 105 6 Brad Binder 93 7 Miller 91 8 Mir 77 9 Rins 75 10 Oliveira 71 11 Martin 70 12 Viñales 62 13 Marc Marquez 60 14 Bezzecchi 55 15 Marini 52 16 Nakagami 42 Espargaro 40 18 Alex Marquez 27 19 Morbidelli 25 20 Di Giannantonio 18 .21 Darryn Binder 10 22 Dovizioso 10 23 Gardner 9 24 Raul Fernandez 5

Campionato Costruttori:
1. Ducati 246 punti. 2. Yamaha 172. 3. Aprilia 155. 4. KTM 121. 5. Suzuki 101. 6. Honda 85.

Coppa del Mondo a squadre:
1. Aprilia Racing 213 punti. 2 Monster Energy Yamaha 197 3 Ducati Lenovo Team 197 4 Prima Pramac Racing 184 5 Red Bull KTM Factory 164 6 Suzuki Ecstar 152 7 Gresini Racing 123 8 Mooney VR46 Racing 107 9 Repsol Honda 100th 10th LCR Honda 69th 11th WithU Yamaha RNF 20th 12th Tech3 KTM 14. Fabbrica

Jolanda Russo

"Datopato di Internet. Orgoglioso evangelista della cultura pop. Studioso di Twitter. Amico degli animali ovunque. Comunicatore malvagio."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.