Guerra contro l’Ucraina: ++ USA: la Russia pianifica l’annessione dell’Ucraina orientale ++


blog in diretta

Stato: 05/03/2022 05:39

Secondo l’ambasciatore degli Stati Uniti presso l’OSCE, la Russia sta pianificando l’annessione dell’Ucraina orientale. Secondo “Medici senza frontiere”, la situazione a Mariupol è un “disastro totale”. Tutti gli ultimi sviluppi sul blog live.

5:39

L’avvicinamento degli aerei militari russi preoccupa l’Aeronautica

Un aereo da ricognizione russo in avvicinamento al Mar Baltico ha allertato l’aviazione tedesca. In reazione, due Eurofighter della base aerea di Laage nel Meclemburgo-Pomerania occidentale sono stati messi in allerta sabato, ha scoperto l’ufficio stampa tedesco. Il motore russo è stato identificato nello spazio aereo internazionale al largo dell’isola di Rügen. Le truppe d’allarme di due motori tedeschi accompagnano gli aerei russi nello spazio aereo internazionale lontano dalla Germania. La Danimarca ha convocato l’ambasciatore russo presso il ministero degli Esteri per un colloquio. Il ministro degli Esteri Jeppe Kofod lo ha confermato domenica dicendo che un aereo militare russo era entrato nello spazio aereo danese. Secondo le informazioni svedesi, un aereo russo a elica AN-30 ha anche violato lo spazio aereo svedese a est dell’isola di Bornholm nel Mar Baltico danese.

05:25

Zelenskyj: La Russia ha dimenticato le lezioni della seconda guerra mondiale

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyi ha criticato l’affermazione del ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov secondo cui Adolf Hitler aveva radici ebraiche. “Non ho parole… Nessuno ha sentito smentite o giustificazioni da Mosca. Tutto ciò che abbiamo sentito da lì è stato silenzio… Significa che la leadership russa ha dimenticato tutte le lezioni della seconda guerra mondiale”, ha detto Selenskyj , che è ebreo, nel suo videomessaggio quotidiano. “O forse non hanno mai imparato quella lezione.” Inizialmente non ci sono stati commenti da parte del rappresentante russo.

04:30

NetBlocks: Internet nella Kherson occupata sotto il controllo russo

Secondo l’organizzazione NetBlocks, la Russia ha dirottato il traffico Internet nella regione di Kherson occupata dall’Ucraina all’infrastruttura di comunicazione russa. A seguito di un blackout Internet quasi totale nella regione di Kherson sabato, “le connessioni sono ora instradate tramite Internet russo anziché l’infrastruttura di telecomunicazioni ucraina e ora sono probabilmente soggette alla regolamentazione, alla sorveglianza e alla censura russa di Internet”, il monitor della sicurezza informatica con sede a Londra ha scritto. organizzazione e libertà di Internet sul proprio sito web. La Russia ha escluso i ritorni di Cherson e vuole introdurre il rublo come mezzo di pagamento lì.

Giornata della libertà di stampa: nessun voto critico in Russia

Mareike Aden, NDR, argomento quotidiano 22:15, 2 maggio 2022

04:08

Consiglio di sicurezza dell’Ucraina: per Mosca c’è solo la resa

Alla luce del successo della resistenza dell’esercito ucraino alle truppe russe, il Consiglio di sicurezza nazionale a Kiev ha diffuso la certezza della vittoria. Il segretario del Consiglio Oleksiy Danilov ha espresso la sua fiducia che la guerra non si sarebbe conclusa con un accordo di pace, ma con la resa dell’aggressore. “Con la Russia, possiamo solo firmare la sua consegna”, ha detto Danilov alla televisione ucraina. Inoltre, non fa affidamento sulle garanzie di sicurezza dei partner internazionali per l’Ucraina. Nei negoziati con Mosca per la fine della guerra, la leadership di Kiev ha portato garanzie da paesi come Stati Uniti, Gran Bretagna e Polonia. La migliore garanzia per l’Ucraina è il potere del suo popolo, dice ora Danilov.

3:36

Dopo lo scandalo Lavrov: Draghi critica i programmi tv italiani

Dopo l’apparizione del ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov alla televisione italiana, il primo ministro Mario Draghi ha criticato il programma. Lavrov è stato sul canale Rete4 per quasi 40 minuti domenica sera. “Si parlava di un’intervista, ma in realtà si trattava di un comizio elettorale”, ha detto in serata Draghi alla domanda sulla causa. In Italia, a differenza della Russia, c’è libertà di stampa e libertà di parola. Ma Draghi ha scoperto: “Bisogna chiedersi se è accettabile invitare qualcuno per un colloquio, senza alcuna argomentazione. Non è un risultato brillante, ti vengono in mente cose strane”.

Allo stesso tempo, Draghi ha descritto le dichiarazioni di Lavrov sui presunti nazisti ebrei e antisemiti come anormali ed “estremamente oscene”. Lavrov ha affermato domenica in un’intervista all’emittente italiana che potrebbe esserci il nazionalsocialismo in Ucraina, anche se funzionari del governo come il presidente Volodymyr Zelenskyy fossero ebrei.

3:17

Borrell fiducioso sull’embargo petrolifero russo

Il rappresentante per gli esteri dell’Unione europea (UE), Josep Borrell, prevede un embargo petrolifero sulla Russia in un prossimo round di sanzioni da parte dell’unione del paese. Borrell ha affermato di sperare che l’UE sia in grado di limitare in modo significativo le esportazioni di energia della Russia. Finora non c’è stato alcun accordo tra tutti i membri. “Tuttavia, credo che un accordo, almeno sulle importazioni di petrolio, sarà possibile nella prossima riunione del Consiglio”. La Commissione dell’Unione europea presenterà mercoledì una proposta per un sesto pacchetto di sanzioni.

03:15

Ambasciatore Melnyk: Scholz suona “salsiccia di fegato offesa”

L’ambasciatore ucraino Andriy Melnyk ha criticato aspramente il divieto temporaneo di viaggio a Kiev imposto dal cancelliere Olaf Scholz. “Interpretare un wurstel offeso non suona come uno stato d’animo”, ha detto Melnyk all’agenzia di stampa tedesca. “Si tratta della guerra di sterminio più brutale dai tempi degli attacchi nazisti all’Ucraina, questo non è un asilo”. Scholz ha detto alla ZDF in serata che lo scarico di merci attraverso l’Ucraina da parte del presidente federale Frank-Walter Steinmeier ostacolerebbe il suo passaggio.

02:56

Russia: quasi 1,3 milioni di ucraini “evacuati”

Secondo il Ministero della Difesa russo, quasi 200.000 bambini e 1,1 milioni di adulti sono stati portati in Russia dall’Ucraina da quando la Russia ha invaso l’Ucraina. Il ministero ha annunciato di essere stati “evacuati” su loro stessa richiesta. L’Ucraina afferma che il governo di Mosca ha rapito con la forza migliaia di persone in Russia dall’inizio della guerra il 24 febbraio.

parti in conflitto come fonte

Nella situazione attuale, le informazioni sull’andamento della guerra, sulle sparatorie e sulle vittime fornite dagli organi ufficiali delle parti in conflitto tra Russia e Ucraina non possono essere controllate direttamente da organismi indipendenti.

02:13

Baerbock: I crimini devono essere assicurati alla giustizia

Secondo un quotidiano, il ministro degli Esteri federale Annalena Baerbock ha minacciato il presidente russo Vladimir Putin con accuse davanti al tribunale per i crimini di guerra dell’Aia. “Il presidente russo ha violato il diritto internazionale e il diritto umanitario internazionale nel modo più brutale”, ha detto al Rheinische Post. “Non si bombardano madri, padri, bambini, anziani o malati”. Chiunque sia stato, ha commesso i crimini di guerra più gravi. “Questo crimine deve essere assicurato alla giustizia”.

02:10

Giornata della libertà di stampa: nessun voto critico in Russia

Giornata della libertà di stampa: nessun voto critico in Russia

Mareike Aden, NDR, argomento quotidiano 22:15, 2 maggio 2022

01:56

Il Regno Unito annuncia ulteriore assistenza militare all’Ucraina

Il primo ministro britannico Boris Johnson prevede di annunciare altri 300 milioni di sterline (358 milioni di euro) in aiuti militari all’Ucraina in un discorso video al parlamento ucraino martedì. Il suo ufficio ha affermato che l’ultimo pacchetto di supporto includerà apparecchiature per la guerra elettronica, radar anti-artiglieria, apparecchiature di disturbo GPS e occhiali per la visione notturna. Il capo del governo ha anche voluto dire ai legislatori che la difesa dell’Ucraina contro gli invasori russi è stata “il momento migliore dell’Ucraina, che sarà ricordato per le generazioni a venire”. Con questo, Johnson allude alla lotta britannica contro la Germania nazista nella seconda guerra mondiale, che in Gran Bretagna viene anche definita il “momento migliore” – il momento di “unità e determinazione” di fronte al “pericolo più grande”.

01:31

Il boss di Naftogaz chiede “gravi sanzioni” contro la Russia

Il capo della compagnia energetica statale ucraina Naftogaz, Yuri Vitrenko, ha confermato sanzioni più severe da parte dell’Unione Europea (UE) e della Germania contro la Russia. “Quando si parla di sanzioni, abbiamo bisogno di sanzioni devastanti che siano davvero adatte a minare la posizione di Putin”, ha detto Vitrenko alla rete editoriale tedesca. Era necessario un embargo completo da parte della Germania sul gas, sul petrolio e sui prodotti petroliferi russi. “Una mossa del genere dovrebbe sorprendere la Russia”.

01:17

Ambasciatore degli Stati Uniti all’OSCE: la Russia pianifica l’annessione dell’Ucraina orientale

Secondo le stime degli Stati Uniti, la Russia prevede di annettere la maggior parte dell’Ucraina orientale entro maggio e di riconoscere la città di Cherson, nel sud dell’Ucraina, come repubblica indipendente. L’azione prevista dagli Stati Uniti viene “direttamente dal manuale di tattica del Cremlino”, ha affermato Michael Carpenter, ambasciatore degli Stati Uniti presso l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa. Ma gli Stati Uniti ei loro alleati non riconoscerebbero una mossa del genere, ha detto.

Gli Stati Uniti e altri hanno informazioni che Mosca sta pianificando un “falso referendum” nelle Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk, i cui territori saranno annessi alla Russia. Ci sono anche indicazioni che la Russia terrà un voto per l’indipendenza a Kherson. Con un tale referendum, il Cremlino potrebbe provare a dare alle sue azioni una svolta democratica, ha detto Carpenter. Tuttavia, il voto falso non sarà considerato valido.

01:17

“Medici senza frontiere”: la situazione a Mariupol è un “disastro totale”

Secondo l’organizzazione umanitaria Medici senza frontiere, la situazione umanitaria nel porto di Mariupol, in Ucraina, è catastrofica. “Dalle informazioni che abbiamo finora, si può dire con certezza: questo è un disastro totale”, ha detto al giornale del gruppo mediatico Funke la coordinatrice delle emergenze ucraine, Anja Wolz. Secondo le loro stime, la vera portata della sofferenza umana nella metropoli assediata si vedrà pienamente solo in futuro. “Non credo che sappiamo cosa vedremo lì. Butscha, Irpin e Hostomel sono solo la punta dell’iceberg”, ha aggiunto Wolz. Centinaia di corpi sono stati trovati nelle città di Bucha, Irpin, Borodyanka e Hostomel dopo il ritiro delle truppe russe.

Non è chiaro l’evacuazione da Mariupol

Birgit Virnich, ARD Varsavia, argomento quotidiano 22:15, 2 maggio 2022

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.