La stampa internazionale si arrende a Carlos Alcaraz

Carlos Alcaraz Ha fatto la storia questa domenica vincendo il Masters 1000 a Miami. Lo studente Juan Carlos Ferrero è diventato così il primo spagnolo a vincere il titolo, ma, in più, all’età di 18 anni e 333 giorni, è il più giovane tennista della storia ad essere dichiarato campione nella storia del torneo della Florida. La stampa internazionale ha ceduto al grande talento del giocatore di El Palmar (Murcia), che ha messo in risalto ritmo, versatilità di tiro e valore.

Carlos Alcaraz diventa il più giovane tennista della storia a vincere Miami Masters 1000 e anche il primo spagnolo a farsi un nome nella lista dei vincitori del torneo maschile. Murcian raggiunse l’apice di ciò che Bruguera, Nadal, Ferrer o Moyá cercarono di fare ai loro tempi. All’età di 18 anni 333 giorni, questo studente di Juan Carlos Ferrero detiene già il titolo di categoria Master 1000 nella sua vetrina.

Questo lunedì molti giornali stranieri hanno messo in luce le grandi gesta di Carlos Alcaraz. La maggior parte ha evidenziato la sua incredibile velocità e ha elogiato non solo la sua qualità di gioco, ma anche la sua mente brillante e la sua sportività. Alcaraz è tornato danno ha iniziato la sua prima finale contro Casper Ruud, ha anche esordito nella partita decisiva per il titolo Masters 1000, e alla fine ha vinto 7-5 e 6-3 per farsi un nome nel record del torneo. “Voglio essere conosciuto come Carlos Alcaraz”, ha detto Murcian qualche mese fa, cercando di sbarazzarsi del soprannome Il nuovo Nadal e prova a scrivere la sua storia. D’ora in poi è stato un pioniere a Miami.

“Ottimo portello”

La stampa internazionale si è arresa Carlos Alcaraz. Molti giornali stranieri parlano della vittoria della Spagna a Murcia. «Il futuro del tennis, Carlos Alcaraz, è arrivato“, titolo Il New York Times. “Nei due tornei più importanti d’America, a parte gli US Open, a Indian Wells e Miami, ha chiarito che non è il futuro, è il presente”, si legge nell’articolo riferendosi alle semifinali raggiunte in California e titoli recenti in Florida dello studente Juan Carlos Ferrero.

“L’adolescente spagnolo Carlos Alcaraz diventa il più giovane campione di sempre al Miami Open”, ha detto il miami araldo. “Ogni tifoso preoccupato per il futuro del tennis come a Nadal, Federer e Djokovic stanno invecchiando, non ha nulla a che fare con la finale di domenica”, ha aggiunto il quotidiano.

Anche in Francia hanno ceduto al grande talento di Carlos Alcaraz. “Grande tratteggio”, titolo di giornale L’Equipe sulla vittoria della Spagna a Miami. “A soli 18 anni, Carlos Alcaraz ha vinto il suo primo Masters 1000 a Miami. Il fenomeno spagnolo, brillante nel gioco e mentalmente preparato, è esploso”, ha aggiunto il quotidiano francese.

« Sogna Alcaraz, Primi 1000 Master a 18 anni», titola il quotidiano sportivo italiano La Gazzetta dello Sport. Gli italiani hanno messo in luce la prematura maturità di Murcian e lo hanno paragonato a una delle perle del tennis italiano, Jannik Sinner, “superata” dagli spagnoli. Durante il torneo, inoltre, la stampa internazionale ha riconosciuto anche la grande sportività di Murcian che ha dato una lezione a tutti durante la partita contro l’Hurkacz prima di passare alla sua prima finale di Masters 1000.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.