Nel 1997, i cechi hanno perso il loro ruolo preferito. L’ex ambasciatore spiega come il colpo di stato contro Klaus abbia segnato i negoziati di adesione con l’Ue

Alla fine di luglio sono andato in vacanza a Praga. Mi piace poter camminare, vivere in una città dove puoi camminare e dove puoi avere un lavoro e una vita normali. Il mio mutuatario è contro di me. Io e la mia famiglia siamo andati a nord, verso i luoghi che sogno all’estero di notte. Intorno a Ronov che è ripido fino a Jetřichovice. Sono rimasto sbalordito dalla monumentale gola rocciosa dietro la Porta di Pravčice e dalle viste sui monti Lusaziani e Sassoni. Al nostro ritorno, torniamo a fissare Terezín sullo sfondo drammatico delle montagne centrali della Boemia nel bagliore arancione del pomeriggio. Dopo tanti anni vissuti nella pianura, è stato come un dono del cielo. Per apprezzare appieno l’unicità del paesaggio ceco, potrebbe essere necessario trascorrere mesi e anni nei paesaggi meno drammatici dell’Ile-de-France o del Belgio. Decisi che sarei tornato al più presto possibile alla foresta e al complesso roccioso, che si estende da Jetřichovice al promontorio di Luknov.

È successo il 13 agosto, quando ho salutato mia moglie a mezzogiorno in cima a Luže. Ho portato uno zaino con un sacco a pelo e un materassino sulla schiena, sentendomi libero nella mia testa, poiché l’unica “preoccupazione” era trovare un posto dove dormire in tempo. Quando si fece buio, alla fine del bosco trovai un prato e un cartello che indicava la svolta per la riserva “Golden Hills”. Era una miniera abbandonata, relativamente vicina all’oscurità. Non ho scelta, sono le otto di sera. Il fondo della cava è ricoperto di erba, arbusti e basse betulle, che formano un piccolo prato. Niente da nessuna parte. Ho perso il peso e ho iniziato a prepararmi per andare a letto. In alto, colonne di basalto si elevavano per più di quindici metri come canne d’organo e tracce di campi si estendevano nel cielo scuro.

Avevo già mentito quando una voce umana iniziò a risuonare nell’oscurità poco prima delle dieci. Erano voci giovani, e si avvicinavano con lo scricchiolio dei rami. L’imprevisto è successo. Due giovani coppie vengono alla miniera per fare un falò. Si accamparono a venti metri da me senza accorgersi di me. Scesi dal sacco a pelo e andai a dire loro che c’ero anche io. Venivano dal villaggio di Líska e volevano arrostire il pollo sul fuoco. Alle undici finalmente riuscirono ad accendere il fuoco, poi mandarono da me una delle ragazze, chiedendomi se potevo prestare loro un coltello, perché avevano perso il loro nel bosco e la gallina non aveva niente da macellare. In un solitario paesaggio notturno boemo nel 1997, ho esitato solo per due secondi prima di prestarglielo. Mi hanno assicurato che mi avrebbero lasciato dormire. Ci hanno provato onestamente, ma potevo ancora sentirli al buio. Dopo mezzanotte, una bestia più grande mi passò qualche metro dietro la mia testa e si spostò lì per un po’. Al mattino il sole si appoggiava all’organo di basalto e le pareti di pietra diventavano completamente dorate. È stata una delle ferite più belle dell’anno. Continuazione del racconto di vagabondare per le campagne, allora ancora quasi deserte, a volte e altrove.

Il 18 agosto il governo ha immediatamente abolito le scorte di importazione tanto dibattute a Bruxelles. Nell’ultima settimana di agosto inizia a ernín il tradizionale incontro degli ambasciatori. Telička ha suggerito a Zieleniec di nominare Cyril Svoboda, il mio vice, capogruppo per i negoziati di adesione con l’UE. Non ha menzionato se stesso. Quando ricevette l’ambasciatore Klaus riunito, ignorò vistosamente Svoboda davanti ai testimoni. Martedì ho richiamato l’attenzione dei colleghi riuniti sugli affari europei degli interessi disonesti degli Stati membri e ho messo in guardia contro l’impressione superficiale della loro posizione ufficiale. Venerdì, il presidente della Camera dei deputati, Miloš Zeman, ha dato agli ambasciatori riuniti una lezione di sedizione. Fu allora, la seconda parte della magnifica mostra rudolfiniana, “Rudolf II. e la citta’. A Praga ci si aspetta generalmente che il governo non durerà a lungo, ci saranno nuove elezioni in autunno e una nuova coalizione regnerà.

Aroldo Ferrari

"Tipico comunicatore. Appassionato di Twitter esasperante e umile. Amante degli zombi. Fanatico del web sottilmente affascinante. Giocatore. Appassionato di birra professionista."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.